Condannati i FOTIA per intestazione fittizia

Scritto da Ufficio di Presidenza

Volevano eludere le misure preventive antimafia (come abbiamo denunciato e documentato), attraverso intestazioni fittizie (come abbiamo denunciato e documentato)... Negavano persino che la misura interdittiva antimafia alla SCAVO-TER fosse stata confermata (anche) dal Consiglio di Stato. Attaccavano noi della Casa della Legalità, sputavano veleno contro la D.I.A. e contro l'allora Procuratore Capo di Savona, Granero... Lo facevano direttamente ed attraverso il loro legale, MAMMOLITI Pino, che trovava ampio spazio sugli organi di stampa savonesi. Ora i tre fratelli FOTIA (Pietro, Francesco e Donato), con il nipotino CRIACO Giuseppe, sono finiti condannati per intestazione fittizia delle imprese, mentre l'Avv. MAMMOLITI Pino, come già ricordato, è finito indagato nell'inchiesta "MANDAMENTO" della DDA di Reggio Calabria
Andiamo avanti perché, visto che il lupo perde il pelo ma non il vizio, non si deve mollare la presa, fino alla fine... (e chissà se avranno anche compreso, a questo punto, che le minacce non fermano noi e non fermano lo Stato).

 

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger