I FOGLIANI ci riprovano... non rispondono a domande legittime e vogliono omertà

Scritto da Ufficio di Presidenza

Di quattro notifiche manco una è arrivata e così dell'Atto di Citazione del FOGLIANI Gregorio e della QUI GROUP SPA non ne sapevamo proprio nulla. Ormai a questo ci siamo abituati, come già nel caso dei FOTIA che si erano fatti la causa da soli ma che poi hanno perso davanti al reclamo (vedi qui).

Il FOGLIANI Gregorio con la QUI GROUP SPA - attraverso i propri legali ANASTASIO PUGLIESE G. e M. di Roma, domiciliati preso l'avvocato BENINI Andrea di Genova – hanno pensato bene di promuovere e farci una causa tutti soli soletti, senza di noi, la controparte. Il Giudice della II Sezione Civile del Tribunale di Genova, Laura CASALE, a seguito della discussione orale fatta con la sola parte attrice, il FOGLIANI e la QUI GROUP SPA, ha accolto senza margine di dubbio la tesi dei FOGLIANI e società di famiglia ed il 21 dicembre è stata notificata (per ora ad un solo componente dell'Ufficio di Presidenza) la Sentenza (arriveranno le altre o passano in cavalleria come l'Atto di Citazione?).

Ovviamente si sta già lavorando per presentare l'impugnazione, così – come con i FOTIA – in una causa a due potremo smontare la curiosa tesi del FOGLIANI & C.

Non dovrebbe essere molto difficile visti fatti ed Atti, ed è curioso che il Giudice Laura CASALE, non abbia notato la questione che è, tra le altre cose, documentale...

L'articolo contestato dall'esponente della famiglia FOGLIANI di Taurianova insediatasi Genova è quello in cui si è pubblicato il testo del Decreto di Archiviazione del GIP di Genova, con le motivazioni della Procura, della querela sporta contro la Casa della Legalità proprio da Gregorio FOGLIANI (vedi qui). Il Pm ed il Gip hanno riconosciuto fondato quanto da noi scritto sui FOGLIANI, corrispondente alla verità, a fatti degni di attenzione e critica e riscontrati da elementi documentali. Per questo la querela per diffamazione presentata dai FOGLIANI è stata archiviata, per il semplice motivo che quanto da noi pubblicato non era diffamatorio. Quel decreto (qui in formato .pdf), che siamo riusciti ad avere il 25 febbraio 2012, riconosce anche legittimo il porsi e porre la domanda sul quale sia l'origine della “consistente fortuna patrimoniale” dei FOGLIANI, sancendo, nero su bianco, che porsi e porre tale domanda “non può considerasi né interdetto né diffamatorio”. Allo stesso modo rispetto alle citazioni della famiglia FOGLIANI nelle Relazioni dell'Antimafia, è inconfutabilmente riconosciuta la correttezza (e corrispondenza al vero) di quanto da noi riportato con riferimento a loro nella Relazione della DIA del 2° semestre 2002 in cui vi è esplicito riferimento al nucleo familiare in questione ("...Le consorterie censite sul territorio sono riconducibili alle famiglie ROMEO, NUCERA, RAMPINO, MAMONE, FOGLIANI, FAMELI e FAZZARI. ... La famiglia FOGLIANI, anch’essa insediata a Genova proveniente da Taurianova (RC), è considerata un terminale locale per operazioni di reinvestimento di denaro di illecita provenienza..." vedi qui). Pubblicare quel testo con quanto rilevato dalla Procura di Genova ed accolto dal GIP e l'indicare, quindi, la lista delle imprese (risultanti dall'archivio della Camera di Commercio) facenti capo ai FOGLIANI e quanto scritto in precedenza e riconosciuto chiaramente come NON diffamatorio, è non solo legittimo ma logico e corretto, così come, ad esempio, l'indicare anche la questione della "Città del Sole" (quella con Cosma ed Anastasio) è risultato corretto e legittimo.

Il Gregorio FOGLIANI con la QUI GROUP SPA non solo non vogliono rispondere a detta domanda (se ci avessero mandato una risposta l'avremmo pubblicata senza alcun problema), ma non tollerano nemmeno che venga posta e così hanno promosso, soli soletti, una causa civile per cercare di oscurare i fatti e gli Atti.

Con i FOGLIANI ci si vedrà in Appello e sarà un piacere per noi, smontare ancora una volta la pretesa di omertà che perseguono.

Vai allo speciale sui FOGLIANI

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger