Paul Connett a Genova - No inceneritori, gassificatori, biodigestori...

Scritto da Ufficio di Presidenza
Paul Connett - A Genova scelte Istituzioni sui rifiuti sbagliate e irresponsabili [ENG]

Paul Connett a Genova[ONLINE I PRIMI TRE VIDEO DELL'INCONTRO A BREVE GLI ALTRI VIDEO E  LE VERSIONI CON I SOTTOTITOLI IN ITALIANO]
Il 23 settembre 2009, a Genova, la Casa della Legalità - Onlus, WWF Liguria, RLRZ - Rete Liguria Rifiuti Zero, Corriere Sestrese, gruppo di impegno civile "Il Futuro non è scritto", hanno presentato a Paul Connett la lettera dei comitati e dei coordinamenti italiani per fare chiarezza sulle interpretazioni "italiane" al sistema "RIFIUTI ZERO"...
Nello specifico su Genova e Liguria è ribadito il no allo scenario di separatore-gassificatore-biodigestore che il Comune di Genova ha approvato, insieme al no a cdr e combustione, denunciando le inadempienze della Regione Liguria che mantiene la raccolta differenziata ai livelli più bassi del nord Italia.

Paul Connet a GenovaLa necessità espressa dai promotori della lettera deriva dalla necessità di mettere fine alle strumentalizzazioni e distorsioni pericolose che spacciano scelte difformi, anche radicalmente, da "Rifiuti Zero" come Rifiuti Zero.

La giornata di Paul Connett a Genova si inserisce nelle iniziative dell'"OTTAVA GLOBAL DAY OF ACTION AGAINST INCINERATORS ed oltre alla discussione ed agli approfondimenti è proseguita con la visita a Scarpino dove è operante la Discarica con il gassificatore e dove il Comune di Genova vorrebbe realizzare il biodigestore (scelta figlia di un ennessimo conflitto di interessi, considerando che tra gli esperti chiamati dal Comune di Genova per compiere la scelta vi è un dipendente, l'ing. Solari, della Paul Whurt Italia spa che opera proprio nel settore -, oltre al fatto che anche il consorte del Sindaco con la sua società lavora con il gruppo di Impregilo). Ora Paul Connet riparte gli altri appuntamenti in Italia.

Il testo della lettera - formato -pdf



AGGIORNAMENTO A CONCLUSIONE DELLA GIORNATA

La giornata a Genova di Paul Connett con Casa della Legalità, WWF Liguria, Rete Liguria Rifiuti Zero, Il Corriere Sestrese ed il gruppo di impegno civile "Il futuro non è scritto", è stata molto positiva, dopo una schietta e concreta discussione sulla realtà italiana, oltre che quella genovese e Ligure già ben conosciuta da Connett che si era già espresso con chiarezza scrivendo, senza alcuna risposta alle Amministrazioni locali che la politica deve saper cogliere l'opportunità di una Regione senza inceneritori o affini, anziché pensare di costruirne!
Paul Connett chiarisce la posizione di Rifiuti Zero rispetto alle scelte del Comune di Genova e più in generale degli enti locali e della Regione Liguria.
Connett ha quindi seccamente detto "no" alle "macchine magiche" (inceneritori, gassificatori, biodigestori) e no all'ampliamento della discarica. Lo spazio della discarica di Scarpino, ad esempio, è più che sufficiente per realizzare il metodo di Rifiuti Zero, ovvero il sistema di piattaforme per lo smistamento, il recupero-riciclaggio, il compostaggio e la ricerca sul residuo.
Ha ricordato inoltre quello che viene spacciato per raccolta differenziata "porta a porta" a Sestri Ponente e Pontedecimo non sono affatto un "porta a porta", tanto meno quello per una differenziata "pulita" capace di coinvolgere la comunità!
Ha poi spiegato che Genova è una città simile a San Fransisco, per conformazione del territorio e per numero di abitanti, e quindi chiede: se a San Fransisco funziona "Rifiuti Zero" perché non la si attua anche a Genova?
Ha precisato che quanti "spacciano" le soluzioni di impianti (inceneritori o gassificatori-biodigestori) o finte raccolte differenziate, come rispondenti al metodo "Rifiuti Zero" sono fuori dalla strategia!
Connett ha poi evidenziato con forza che il problema dell'Italia è il sistema di corruzione e commistione tra istituzioni, imprese e mafia che piega le scelte a danno del futuro e chi piega la strategia di "Rifiuti Zero", sia come istituzioni sia come associazioni, alle scelte fuori dalla strategia è scorretto, perché le "macchinette magiche" non servono a risolvere il problema dei rifiuti!
Paul Connett ha inoltre risposto positivamente alla lettera dei Comitati e Coordinamenti italiani presentatagli a Genova.
A breve sul sito della Casa della Legalità i video dell'intervista, la visita a Scarpino e la risposta alla lettera dei comitati e coordinamenti italiani (sia in inglese, sia sottotitolati).

[ENG] - Paul Connett - L'esperienza di San Francisco adatta a Genova


Paul Connett fa chiarezza, la positiva risposta alla lettera dei Comitati italiani [ENG]


FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger