Genova, 30 maggio 2010 - realta' libere in movimento

Scritto da Uff. di Pres. e Comitato Promotore
realtà libere in movimento...

La necessità di costruire un cambiamento e riappropriarsi del futuro passa dalla verità e dall'unione dei movimenti e cittadini liberi, senza lasciare più spazio ai "paraventi" dei partiti mascherati da sigle di una cosiddetta "società civile" dimostratasi funzionale solo a controllare e depistare le mobilitazioni ed i movimenti sociali lungo strade funzionali al "sistema".
Solo nell'azione concreta, credibile e coerente nei territori si può sconfiggere un sistema compromesso perché piegato da corruzione, mafie e speculazione sfrenata.
Nel compromesso non vi può essere cambiamento perché significa accettazione della ipocrisie politiche che nei fatti, con il partito trasversale degli affari, continuano nell'azione di devastazione di Diritti e Dignità. Per questo i movimenti liberi, dopo la mobilitazione "NoTav NoMafia" del 20 marzo 2010 a Torino, arrivano a Genova... per andare avanti, da nord a sud... Ecco il "manifesto" della mobilitazione del 30 maggio 2010 a Genova...



"La mafia opera ormai anche nel campo delle attività economiche lecite e si consolida l'impresa
mafiosa che interviene nelle attività produttive
, forte dell'autofinanziamento illecito...,

e mira alla accaparramento dell'intervento pubblico, in particolare nel settore delle
opere pubbliche
, 'scoraggiando' la concorrenza con la sua forza intimidatrice... Il fenomeno,
evidentemente, non può essere considerato soltanto sul piano della prevenzione e della repressione
dei reati, ma occorre una politica volta a eliminare le condizioni che favoriscono lo sviluppo
dei fenomeni mafiosi: una politica che dia ordine ai fatti economici, ma organizzi e programmi
lo sviluppo, che riduca lo spazio del liberismo selvaggio"

PIO LA TORRE


30 MAGGIO 2010 A GENOVA
ore 9:30 P.zza Acquaverde (Stazione Principe) - ore 10 partenza corteo,
conclusione con interventi associazioni, movimenti e cittadini liberi

SCONFIGGERE MAFIE, CORRUZIONE E COMPLICITA'
significa difesa del territorio, della salute...
tutela della bellezza dell'ambiente e affermazione
della DIGNITA' umana e dei DIRITTI


"...la mafia prospera in tutti i settori dell'economia...
Cerchiamo di immaginarlo questo mafioso, divenuto capitano di industria. Ricco, sicuro di potere
disporre di una quantità di denaro che non ha dovuto prendere a prestito e che quindi non deve
restituire, si adopera per creare, nel suo settore di attività, una situazione di monopolio...
Il mafioso che si è arricchito illegalmente e si è inserito nel mondo economico legale - e
ancor più di lui i suoi  discendenti - non costituisce segno del riassorbimento e del
dissolvimento della mafia nell'alveo della società civile.
Né oggi né domani.
Perché il mafioso non perderà mai la sua identità, continuerà sempre a
ricorrere alle leggi e alla violenza di Cosa Nostra, non si libererà della mentalità di casta, del
sentimento di appartenenza a un certo privilegio
"
GIOVANNI FALCONE

FERMIAMO IL PARTITO TRASVERSALE DEGLI AFFARI
che devasta salute e ambiente con opere inutili
ed antieconomiche come Tav, Gronda,
colate di asfalto e cemento,
così come con le diverse "macchine magiche"
che trattano i rifiuti seminando cancro,
in un orgia di interessi speculativi e mafiosi
dirompente
e perversa
CON LA CITTADINANZA ATTIVA
AFFERMIAMO LA DIFESA DI DIRITTI,
NATURA E SALUTE


La manifestazione di Genova sarà una manifestazione libera, senza partiti, fondata sui fatti!
Non vi è spazio per partiti o infiltrati, e non vi sarà nemmeno per quelle piccole o grandi associazioni che altro non sono che colonie di questa o quella corrente politica e che cercano di impossessarsi del nostro futuro. Siamo liberi cittadini che vogliono difendere e scrivere il proprio futuro, senza più cedere alle sirene ed agli inganni di due blocchi politici che si mostrano alternativi ma che in realtà sono complementari. Crediamo nella necessità di costruire una partecipazione vera, fondata sulla conoscenza e capace di incidere sui territori, dal sud al nord, per denunciare e fermare la corruzione dilagante, così come quell'economia e quella politica spregiudicate che si sono mostrate (e sono) permeabili ai condizionamenti mafiosi, alla convivenza, contiguità e complicità. Non si può pensare (o delegare) la soluzione alla Magistratura che da sola non può farcela. Infatti, oltre alla responsabilità giudiziaria, vi è una responsabilità politica che ci impone di esprimerci, agire e pretendere pulizia (indipendentemente dalle condanne, prescrizioni o dalle assoluzioni emesse nei Palazzi di Giustizia).
Alla mobilitazione di Genova vi saranno solo uomini e donne, realtà veramente libere e indipendenti da ogni sorta di condizionamento o commistione d'interessi... parleranno solo persone e movimenti liberi che guardano ai fatti, a 360 gradi, e che non piegano il loro impegno alle esigenze politiche di questa o quella parte. Guardiamo solo all'interesse generale, per il bene comune... da cittadini!


LA MAFIA NON HA COLORE

LA DEVASTAZIONE AMBIENTALE NON HA COLORE
LA CORRUZIONE NON HA COLORE
E' al nord la grande "lavatrice" di denaro sporco...
in Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Piemonte ed Emilia
è sempre in azione il Partito trasversale di cemento, asfalto e affari

RIPRENDIAMOCI DIRITTI E FUTURO


Dal fronte anti-cemento della Liguria, alla mobilitazione No Tav che parte dalla Valsusa, dalla mobilitazione civile contro i termocancrovalorizzatori, a chi contrasta quell'Expò di Milano utile solo alla grande speculazione... Da quanti vogliono una scuola pubblica che liberi le coscienze dando consapevolezza dei Diritti a quanti pretendono una politica di prevenzione per la Salute nei territori come nei luoghi di lavoro. Da quanti non credono che le colate di cemento o asfalto siano diverse (o meno peggio) se promosse da una parte politica piuttosto che dall'altra, sino a quanti vogliono una partecipazione civile attiva informata e consapevole come fondamento delle scelte di gestione della cosa pubblica, passando da quanti non nascondo la testa sotto la sabbia sulle pesanti infiltrazioni mafiose che non hanno bisogno di sparare perché corrompono e comprano... condizionando le scelte delle pubbliche amministrazioni e minando alla radice quella che dovrebbe essere una Democrazia fondata sul "libero" voto dei cittadini.
Siamo convinti che sia
rioccupando le piazze e riportando nei territori l'impegno che si sconfiggerà la censura che i due blocchi, egualmente, riservano ai non allineati. E' facendo informazione e rafforzando la rete tra movimenti e cittadini liberi, nel web e nel territorio, che ricostruiremo l'agorà della democrazia!


Per sconfiggere le mafie, la corruzione e l'illegalità che distrugge
ambiente e salute, non serve retorica o ipocrisia,
non servono compromessi e non bastano i meno peggio...

occorre indipendenza, coerenza e determinazione
SOLO DICENDOCI LA VERITA' POSSIAMO AGIRE E VINCERE,
SE MENTIAMO A NOI STESSI FACCIAMO SOLO IL LORO GIOCO.
SOLO UNENDO DAL BASSO LE REALTA' LIBERE
POSSIAMO FARCELA
!


COMITATO PROMOTORE
Casa della Legalità e della Cultura - Onlus | WWF Liguria | Rete Liguria Rifiuti Zero
Meetup 20 Beppe Grillo Genova | Meetup 14 Beppe Grillo Bologna
Meetup il Grillo di Palermo | Meetup NoGronda Valpolcevera
Resistenza Viola - Piemonte | Movimento NoTav Val Susa
Co.Re.Ri. Coordinamento Regionali Rifiuti della Campania
Cooperativa Sociale APAS - Palermo | Rifiuti Zero Onlus Salerno
Pro.G.Re.Di.Re. Territorio | DNS - coord. civico naz. Diritti Natura Salute

HANNO ADERITO:
Patrizia Gentilini | Gianluigi Salvador
Oras | Comitati Riuniti Rifiuti Zero di Treviso e Venezia
Popolo Viola di Genova | Unione degli Studenti - Genova
Medicina Democratica | Popolo Viola di Parma
Comitato No Inceneritore Antico Borgo Borzoli
Comitato contro speculazione ex Mercato C.so Sardegna
Rete Italia Riciclo Totale | Led.it - www.democrazialegalita.it
Comitato per la chiusura dell'inceneritore di Montale
Le ninfe LGBT - Genova Gaya
| Valerio Gennaro



IL SERVIZIO DEL TGR LIGURIA DEL 30.05.2010



SCARICA IL "MANIFESTO" DELLA MOBILITAZIONE - formato .pdf - clicca qui

VAI ALL'EVENTO SU FACEBOOK - clicca qui

VAI AL VIDEO DI PRESENTAZIONE DELLA MOBILITAZIONE - clicca qui

informazioni e comunicazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
cell. 392.9377276 - 340.0973221 
FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger