Nelle terre del marchese latitante

Scritto da Coordinamento

Genova - SU E GIU' PER IL MONTE GARBO, LUNGO LE TERRE DEL MARCHESE LATITANTE
agricoltura biologica, animali curati, ma anche baracche abusive e animali abbandonati

baracca abusivaLe terre del Marchese Cattaneo Adorno, latitante in Brasile e non estradato perchè il Ministero della Giustizia ha ritenuto troppo costoso procedere, si estendono, sul monte Garbo, ben oltre la discarica di cromo e piombo ed alle aree limitrofe già trattate in apposita pagina. Infatti salendo e raggiungendo il crinale possiamo trovare di tutto, uno spazio che potrebbe tranquillamente essere trasformato in un Parco urbano, un oasi dove è possibile portare i ragazzi a conoscere la natura, le coltivazioni e gli allevamenti. Ma su e giù per queste terre, anche le conoscenze, come il proprietario latitano.

Vi sono tante cose, non si sà quali siano abusive o regolari, è per certo che vi sono spazi ben tenuti da persone che amano la natura e gli animali e quindi rispettano entrambi, ma vi sono spazi degni di attenzione e per questo da noi segnalati alle autorità competenti.

Abbiamo scattato alcune foto e qui ne riportiamo qualcuna.

Vi sono cavalli ben tenuti e con spazi adeguati, curati e con spazi di rifugio. Vi sono, proprio sul crinale cavalli abbandonati, il cui sedicente proprietario non se ne occupa. Abbandonati in un piccolo recinto senza cibo o acqua se non quello che viene dato loro da qualche persona di buon cuore, che si reca lì appositamente.

Abbiamo, più in basso, orti ben tenuti, con produzioni biologiche di vecchi contandini.

Abbiamo però, e torniamo sul crinale, baracche abusive adibite ad alloggi, non si sa di chi e, lì, è meglio non
 bussare. Abbiamo costruzioni adibite a stalle, senza una grande cura per l'ordine e la sicurezza, con coperture di fortuna fatte anche con materiali in amianto in cattivo stato.

Abbiamo cumuli di detriti di vario tipo e non ci siamo addentrati per capirlo, sarà compito degli organi preposti.

Abbiamo segnalato la cosa, soprattutto per quanto concerne i cavalli abbandonati, visto che la persona che lì li ha portati è conosciuta per aver portato diversi razze di animali (pecore, cani, capre, poni) ed i cavalli sono solo gli ultimi, gli altri sono svaniti, non si sa dove e quando.

QUALCHE SCATTO:

   
   
   


FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger