Parte il presidio permanente - rassegna stampa e web

Scritto da Ufficio di Presidenza





RASSEGNA STAMPA & WEB
il primo giorno...






ADNKRONOS del 06.06.06
METRO del 07.06.06

Genova: casa della legalita' di rivarolo
da domani aperta h 24
Genova, 6 giu. - (Adnkronos) - Giochi, canti e iniziative per promuovere la legalita', alla 'Casa della legalita' e della cultura' di Genova-Rivarolo, che da domani sara' aperta ventiquattro ore su ventiquattro. Sono previsti, tra le varie iniziative, tornei e gioco libero con la Ludoteca Labyrinth e con i Circoli damistico e scacchistico, incontri informativi e la raccolta di segnalazioni di violazione della legalita'.


IL SECOLO XIX del 07.06.2006
Casa della Legalità contro Arci
Scontro aperto fra la "Casa della legalità" e l'Arci. La prima, presieduta da Christian Abbondanza, specializzata nel proporre attività di sensibilizzazione al problema della mafia oltre che appuntamenti ludici, attacca la seconda e ha presentato due esposti alla polizia: «Ci vogliono estromettere - dice Abbondanza - dalla società di mutuo soccorso "Perugina" (la sede è in via Piombelli a Rivarolo, ndr) dove ci sono i locali che usiamo noi e altri gruppi. Evidentemente qualcuno ci vuol mettere a tacere». Il casus belli lo ha rappresentato una tormentata assemblea convocata la settimana scorsa dalla "Casa". Replica il presidente provinciale dell'Arci Gabriele Taddeo: «Non vogliamo metterli a tacere ma semplicemente rimarcare che il loro modo di comportarsi si discosta pesantemente da quello delle altre componenti della "Perugina". E il tenore delle accuse e delle denunce è sproporzionato all'entità della vicenda».




NOTA STAMPA dell'Ufficio di Presidenza del 07.06.2006
replica alle dichiarazioni di Gabriele Taddeo

Sintesi di un’assurdità...
Confrontarsi, mettersi in gioco, dialogare dovrebbero essere le bandiere dell’Arci. Cercare la mediazione, smussare gli angoli, trovare dei punti in comune, e rispettare l’altrui pensiero dovrebbero essere i cardini della società. Ignorare le autorità preposte, sottrarsi agli incontri, nascondere o nascondersi sono i sintomi di una volontà malata. Mentire sapendo di farlo un’attegiamento che evidenzia carenza etica e assenza del Senso dello Stato. Incompatibilità? Da quando l’antimafia sociale e culturale, nella collaborazione con le Autorità, le attività ludico-sportive e culturali-ricreative sono incompatibili con una società di mutuo soccorso ( per altro rinata proprio con queste attività ) e con l’Arci? Abbiamo perso qualche passaggio o qualcuno si è perso?

Noi restiamo e presidiamo…”Diritti alla Legalità” e chi vuol capire, conoscere può venire a trovarci. Per chi invece, conscio, ha violato statuto, normative e leggi per mistificare la realtà e portare alla chiusura di questo spazio “incompatibile”, ne risponderà nelle uniche sedi preposte ad accertare la verità dei fatti, compresi legami e frequentazioni ambigue, e garantire giustizia.


per approfondire vai allo speciale

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger