I "mugugni" dei genovesi...

Scritto da Ufficio di Presidenza

Venerdì 10 Novembre 2006, 17.07 - Telecittà
I "MUGUGNI" DEI GENOVESI
Malfunzionamento dei servizi pubblici, soprattutto dei trasporti, igiene pubblica, problemi di sicurezza, aspetti legati a vari tipi di disagio presenti nel centro storico, dal rumore nella serate di ''movida'' alla presenza di artisti di strada. Sono queste le lamentele raccolte con maggior frequenza dalla 'Casa dei Mugugni' di Genova a cinque mesi dalla sua inaugurazione
...


(ampi spazi sui giornali con appelli istituzionali a trovare i fondi, sono, giustamente, seguiti!)

Nostra Nota: E’ una notizia sensazionale che merita qualche riga in più. Meno male che c’è chi fa fruttare i soldi pubblici, con il coraggio di dire concretamente le azioni compiute per la sicurezza della città. La “Casa dei Mugugni”, ha dato un bilancio dei 5 mesi di attività. Dopo aver ricevuto, con decreto della Regione Liguria (n° 2949 del 21/12/2005 – Finanziamenti per i progetti integrati per la sicurezza, Assessorato di Caludio Montaldo), soli 21.400,00 euro (una miseria), è riuscita a raccogliere ampie testimonianze dei ritardi dei bus e dei treni, del problema della rumenta abbandonata nelle strade, dei rumori molesti che disturbano il sonno nei fine settimana sia per chi frequenta i carruggi sia per gli artisti di strada. Sicuramente saranno anche riusciti a intercettare testimonianze sulle code alle poste, agli sportelli di prenotazione visite e esami diagnostici della Asl e sugli escrementi canini.
Ora possiamo dirlo: questi sono i soldi pubblici per la sicurezza spesi bene! (ed hanno ragione a dire che rischiano la chiusura a dicembre se non arrivano almeno 60.000,00 euro). Sarà che a guidare quell’assessorato è il responsabile del Forum delle città per la Sicurezza! Perché il Governo per l’emergenza Calabria o Napoli non apre due Case dei Mugugni, anziché pensare ad aumenti degli organici e dei mezzi di forze dell’ordine e magistrati? E poi anche questo ministero della Pubblica Istruzione che pensa all’educazione alla legalità…suvvia, cose vecchie che per di più rovinano l’immagine delle nostre città (e violano anche la privacy dei mafiosi condannati). In ogni classe un’ora di mugugno al giorno contro gli insegnanti e le regole,… ecco la strada, per prevenire il bullismo o l’alcolismo e la devianza tra gli adolescenti.

(Come “Casa della Legalità”, naturalmente non abbiamo ancora ricevuto alcun contributo pubblico da Comune, Provincia, Regione e Circoscrizione, e quest’ultima deve ancora concedere un incontro “urgente” richiestogli i primi di agosto scorso. Mica sono mugugni! E poi devono costruire il nuovo partito – ops i nuovi partiti, centrati sui problemi della gente e sulle periferie abbandonate, devono pur riflettere qualche decennio prima di agire, non vogliamo mica scelte affrettate…i mugugni non possono attendere, la radice dei problemi sì!)

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger