Parte il "presidio permanente"

Scritto da Consiglio Direttivo

 È emergenza e parte il presidio. D’altronde ci hanno detto di essere degli “abusivi” di non averci mai visto ne parlato, ci hanno detto che siamo “infami che vogliono portare qui la legge”. Intanto che i giorni passano siamo economicamente strozzati, ed ogni giorno che passa il nodo si stringe. Lo sanno e cercano, arrivando a violare la legge, ignorando quanto stabilito in udienza con il Presidente del Tribunale, scaricando responsabilità sul Presidente dell’Ordine degli Avvocati, di guadagnare giorni e settimane perché così il nodo alla gola si chiude da sé. Lo sanno e vogliono arrivare a questo, con personaggi legati alle famiglie di Cosa Nostra e della ‘Ndrangheta che gongolano. Intanto noi non possiamo svolgere le attività esterne che avevamo iniziato a programmare per portare giochi e informazione nelle piazze del quartiere e della città, dobbiamo pretendere “diritti alla legalità”...



Noi non vogliamo cedere e non cediamo. Da mercoledì 7 giugno la Casa della Legalità e della Cultura – Osservatorio sulla criminalità e le mafie di Genova sarà aperta 24 ore su 24 con giochi, per cantare o solo parlare, per continuare il “cammino” diritti alla legalità.

Si realizzeranno tornei e gioco libero con la Ludoteca Labyrinth, con i Circoli damistico e scacchistico, con il CSI; si realizzeranno a prezzi popolari ripetizioni per aiutare gli studenti ad arrivare all’esame di Stato, si promuoverà attraverso il sito “radio-web-aut” per fare approfondimento e musica. Ma sarà anche occasione per segnalare la situazione a chi vuole capirla al meglio, ed anche per raccogliere le segnalazioni che intanto continuano ad arrivare. Saranno iniziative permanenti, alcune realizzare insieme alla Sinistra Giovanile per unire le forze nella campagna a sostegno di “Libera” di don Luigi Ciotti. Sara altro ed altro ancora…

 

Intanto va avanti l’iniziativa nazionale, con la Fondazione Antonino Caponnetto in testa, sul grave e preoccupante atteggiamento e comportamento assunto dai dirigenti locali dell’Arci. Intanto va avanti l’iniziativa legale, con il nostro avvocato Prof. Alfredo Galasso, per garantire la legalità e bloccare quell’insieme di palesi violazioni che si sono perpetuate e che hanno avuto come apice la “cosiddetta assemblea” del 31 maggio, aventi come solo obiettivo quello di chiudere questo spazio con palesi mistificazioni che hanno rasentato e rasentano l’assurdo.

 

Chi vuole approfondire, conoscere ed aiutarci è il benvenuto al presidio permanente ” Diritti alla Legalità “…

… da mercoledì 7 giugno alla soluzione della “vicenda” 24 ore su 24
in via Sergio Piombelli 15 a Genova, informazioni e comunicazioni: tel.010.6456385
sito: www.genovaweb.org - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Per contribure all'esistenza ed all'attività della Casa della Legalità può sottoscrivere:

- con sottoscrizione presso la sede


- con vaglia postale intestato a: Casa della Legalità e della Cultura, via Sergio Piombelli 15, 16159 Genova - Codice Fiscale 95101230100

- con bonifico bancario intestato a: Casa della Legalità e della Cultura, Banco di Sardegna - Filiale I di Genova - conto n° 70032649 - abi 01015 - cab 01401 - cin X



Il Consiglio Direttivo


FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger