Il prefetto Romano... un "opinionista creativo"

Scritto da C.Abbondanza - S.Castiglion

 "Gli autobus sono territorio mobile". L'autore di questa straordinaria chicca è nientepopodimenoche il Prefetto di Genova, Giuseppe Romano. Sì, proprio lo stesso che ha detto "La mafia a Genova non esiste”. E che pare abbia anche l’abitudine di richiamare i giornalisti che scrivono i fatti, il perché è evidente: smentiscono la sua opinione. Certamente è un uomo che ha il coraggio di scelte chiare, coerenti e ferme alle sue opinioni, si intende, perché i fatti sono questioni secondarie figlie della “percezione”...

L’opinione di “prefetto romano” è molto di più! Infatti la trovata “Gli autobus sono territorio mobile” nasce dalla presentazione della soluzione al problema inquietante e costante degli scippi sui bus nella “sua” Genova. Infatti per debellare ciò ha presentato la soluzione: 10 telecamere su 10 autobus! (Forse mezzo quartiere lo si riesce a coprire). Ma a Genova, lo dice sempre, va tutto bene e se lo dice lui possiamo dormire sonno tranquilli. E’ riuscito anche a smentire il Prefetto Lauro, Commissionario Nazionale Antiracket che ribadisce in ogni circostanza che il problema, quando ci sono poche denunce, è l’omertà; per Romano invece no: se non ci sono denunce il problema non esiste! L’omertà è questione di mafia e qui la mafia non c’è, lo dice lui! Ma Giuseppe Romano ha una innata passione per l’ambiente che lo circonda. A Busalla si era preso l’impegno di dare soluzione al problema di una raffineria, la Iplom (ne avevamo già parlato) che inquina e intossica producendo patologie cancerogene e che è ad alto rischio di incidente, ovvero di disastro ambientale e strage. La soluzione lui l’ha trovata in un batter d’occhio: mettere le trombe per avvisare del pericolo! Peccato che se scoppia, scattano le “trombe prefettizie” ma si hanno sempre solo una manciata di minuti per scappare dalla vallata (non dal circondario!) Un genio. (E comunque le “trombe prefettizie” a Busalla non si sono ancora viste). Per la Stoppani , se non arrivava la Conferenza al Ministero dell’Ambiente se la prendeva la ‘ndrangheta. Per fortuna la soluzione l’han trovata a Roma (per una volta!) il 14 febbraio, con il sequestro dell’area Stoppani. Ora devono definire se isolare i liquami di cromo che raggiungono il mare o se mettere un filtro lungo la spiaggia libera per depurare (ahahahah!) il cromo. Speriamo che il Prefetto prenda ferie, sino alla decisione, non vogliamo sfruttare troppo il suo genio. Anche per l’Acna di Cengio ci teneva tanto. Istituzioni, Enti e associazioni si erano opposte strenuamente alla sua nomina a Commissario, ma i “cavalli di razza” non si fermano ed è stato “nominato”.

Ma il “Romano” non stupisce solo noi. Facendo una ricerca in rete, con Google, abbiamo scoperto molte cose. Una è che nonostante la richiesta di dare la scorta a Marco Biagi, sollecitata dal Ministero del Lavoro (Maroni), l’allora Prefetto di Roma, Romano, comunicò che dalle sue verifiche il Prof. Marco Biagi non correva alcun rischio e non necessitava della scorta. La fine che fece il prof. Biagi è nota: ammazzato dalle cosiddette Nuove Brigate Rosse. Il Viminale disse poi che era tutto regolare. Fu anche arrestato dai Carabinieri alla Prefettura di Roma per una inchiesta che lo vedeva coinvolto per il suo incarico precedente in Campania, insieme al Prefetto di Siracusa, per false autodemolizioni. Dopo alcuni giorni agli arresti la contestazione venne tramutata da penale ad amministrativa. Ma in rete abbiamo trovato anche altro ed abbiamo anche capitò una cosa: tutte le indagini che dimostrano che il controllo del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti è della mafia sono bufale. Infatti il Prefetto di Genova, Romano, ha individuato subito i responsabili: le prostitute ed, in particolare, i transessuali.  

A voi qualche link di ciò che c’è nella rete, tanto per capire ed apprezzare questa straordinaria figura che affianca benissimo quella “cupola del potere” di cui ci ha parlato recentemente, dalle pagine de Il Secolo XIX, Pierfranco Pellizzetti (lo stesso autore, proprio un anno fa di un articolo che al “Romano”, ci hanno riferito, non sia piaciuto, era “ La Piovra a Genova?” su MicroMega, diretta da Paolo Flores d’Arcais). Buona navigazione!

 

RaiNews24 - 25.09.2001 su: arresti per autodemolizioni - vai

Il Mattino on line - 26.09.2001 su: inchiesta per audemolizioni - vai

Repubblica on line - 22.03.2002 su: scorta negata a Marco Biagi - vai

Repubblica on line - 28.03.2002 su: scorta negata a Marco Biagi - vai

RaiNews24 - 06.07.2002 su: scorta negata a Marco Biagi - vai

Repubblica on line - 28.04.2002 su: arresti per autodemolizioni - vai

WebMagazine-AdnKronos - 29.07.2002 su: scorta negata a Marco Biagi - vai

Radio24-Sole24Ore - 20.03.2004 su: il Giallo sulla morte di Marco Biagi - vai

Camera dei Deputati - Interrogazione 22.03.2005 su: Acna di Cengio - vai

L'Ancora settimanale d'informazione 03.07.2005 su: Acna di Cengio - vai

Centro Formazione Ambientale su: Acna di Cengio - vai

Crisalidi - Azione Trans Onlus - 24.02.2006 su: dichiarazioni prefetto - vai

Non abbiamo messo, naturalmente tutti i link trovati, anche perchè chiunque voglia li può cercare e trovare. La rete è fonte di informazioni...forse l'unico che non se ne è ancora accorto è il Ministro per le Comunicazioni, Gentiloni, che pochi giorni fa a Genova, ha dichiarato che la rete non è usata se non per mandare qualche e-mail. Davvero un ministro preparato per il suo dicastero... alla faccia delle competenze! Come dice Beppe Grillo: RESET

 

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger