I signori della Sanremese tra killer, estorsioni e droga...

Scritto da Ufficio di Presidenza
I Del Gratta della Sanremese arrestati...
[Marco Del Gratta, Riccardo Del Gratta, Nicola Trazza e Davide Ventre]
Ebbe sì, avevamo detto che i signori Del Gratta non la raccontavano giusta sulla questione delle minacce subite da alcuni giocatori della squadra perché questi se ne andassero. Avevamo anche indicato che in certi ambienti mafiosi i Del Gratta avevano posto attenzioni per alleanze societarie... Ora la svolta nelle indagini coordinate dal Procuratore capo di Sanremo, Cavallone, ed il sostituto Politi, con Polizia Giudiziaria e Carabinieri. I Del Gratta sono stati arrestati... erano i beneficiari delle minacce portate da due killer saliti dalla Calabria...
Loro, i signori della Sanremese, avevano bisogno di far sloggiare alcuni giocatori senza che questi pretendessero nulla, tanto meno il rispetto dei contratti e così Davide VENTRE fa salire due killer dalla Calabria. Uno di questi è Niki TRAZZA, l'altro quel Giovanni ISOLANI finito morto ammazzato, nel dicembre scorso, in un negozio di ortofrutta proprio per mano del TRAZZA.

In totale a finire agli arresti sono in 14, oltre a Marco DEL GRATTA, Riccardo DEL GRATTA, Davide VENTRE, , Nicola TRAZZA sono finiti in carcere (nell'ordinde delle foto): Vathi PETRIT (albanese), Driss YAMNI (marocchino), Maurizio VENTRE, Marco ALBERUCCI, Fatmir BENGASI detto "Fortunato" (albanese), Sonia VELLA, Rocco TRAZZA, Mustapha El JOUAY (marocchino) e Sergio BRIATORE.
Gli arrestati nell'Operazione della Procura di Sanremo

Nell'Ordinanza di arresto oltre alle minacce ai giocatori della Sanremese, di cui beneficiari sono stati i DEL GRATTA, vio sono anche altri eposodi criminosi come estorsioni, droga ed altro... e l'indagine continua.

Ecco i video, di Riviera24, della conferenza stampa della Procura di Sanremo.





PS
Cogliamo l'occasione per rinnovare il ringraziamento al Procuratore Cavallone ed ai suoi collavboratori, sia nell'ambito della Procura sia in quello dei reparti investigativi, per il lavoro che sta portando avanti incessantemente ed anche per aver, nella conferenza stampa relativa all'operazione di questa mattina, sottolineato come deve lavorare una Procura per essere efficace, ovvero nell'esatto opposto rispetto a quanto prospettato del disegno di riforma della Giustizia promosso in questi giorni dal Governo.
FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger