Qualcosa non “KUADRA” da molti anni, ed alla fine arriva il sequestro per camorra

Scritto da Ufficio di Preidenza

Notammo e segnalammo (a chi di dovere) la “KUADRA” nel lontano 2013, quando mise piede (anche) nella gestione di bar del DLF - Dopo Lavoro Ferroviario, certamente quello di Rivarolo, in quella Valpolcevera colonizzata dalle mafie da decenni, tra negazionismo e porte spalancate in ogni settore, da quello “culturale” a quello politico, passando per quello commerciale ed imprenditoriale.

La “KUADRA” consegnava anche una bella brochure a colori con anche una precisa cartina d'Italia dove si indicavano i principali clienti, tra ASL, UNIVERSITA', BANCA D'ITALIA, BANCA MONDIALE, INAIL, CAMERE DI COMMERCIO, AGENZIA DELLE ENTRATE, ENI, ENI SERVIZI, SYNDIAL, NOVARTIS,... [vedi qui il .pdf del 2013 e qui quello attuale] e si presentava, ai suoi interlocutori, anche come la società in cui operavano amministratori della società “HETIKA” che aveva avviato un'importante collaborazione con la struttura salesiana del Centro Polisportivo Don Bosco, di Genova Sampierdarena (che ancora oggi indica “KUADRA” ed “HETIKA” quali propri sponsor.

La “KUADRA” (ovvero la “ESPERIA SPA”, come meglio vedremo) la troveremo poi ancora a Genova (con appalti pubblici o con, ad esempio, la società sportiva “VALLETTA CAMBIASO” di Albaro), così come in molteplici appalti dalle ASL, così come in commesse da parte grandi imprese private, anche in stretto raccordo con MANTUTENCOOP, nonché in relazione con la “MARCO POLO SPA” di Roma, ovvero quella Joint Venture tra AMA, ACEA ed EUR, inserita pienamente in quel “Mondo di Mezzo” di MAFIA CAPITALE.

Un “caposaldo” dell'acquisizione di commesse pubbliche appare però essere soprattutto quello del CONSIP, ovvero, come recita la presentazione online, la «società per azioni del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), che ne è l'azionista unico, ed opera secondo i suoi indirizzi strategici, lavorando al servizio esclusivo della Pubblica Amministrazione».

Ma andiamo con ordine...

 

 

Correva l'anno 2013 e, come sempre, prima di segnalare, si sono compiute le dovute verifiche, iniziando dalla visura camerale. Così si apprendeva che la “KUADRA” (Partita I.V.A. 00595050634) aveva un capitale sociale di 5 milioni e 100 mila euro e faceva parte del gruppo di Luigi ALEMGANA (l'impresa infatti nasceva come “La Folgore di Luigi Alemagna S.r.l.”).

La sede legale era a Genova, in Corso Torino 1/10. I soci dell'impresa risultavano: “ESPERIA SPA” con il 68,63%, “IMPRESA ISOLABELLA SRL” con il 22,55%, la “TELEKNA SRL” con il 6,86%, ALEMAGNA Massimo con l'1,17%, ELIFANI Massimo con lo 0,45%, LAMA Riccardo con lo 0,2%, MASTELLA Alfredo con lo 0,14% ed un “pegno” di 129.385,35 euro di TERZARIOL Nadia.

L'impresa (una “SRL” sino al 2014 quando si è trasformata in “SPA”), era registrata come “SERVIZI DI PULIZIE” - “ATTIVITA' DI PULIZIE E DISINFESTAZIONE”, ma alla voce “descrizione attività” già il panorama si allarga: «dal 15.01.1991 trasporto rifiuti solidi urbani e cumulabili agli urbani, nonché speciali ospedalieri di laboratorio e simili con autorizzazione regionale sino alla pronuncia del Comitato Esecutivo dell'Albo Nazionale Imprese esercenti servizio di smaltimento rifiuti, nonché dall'08/02/2001 servizio di pulizia, disinfezione, disinfestazione, deratizzazionee sanificazione (ex D.M. 274/97); dal 02/02/2011 servizio di facchinaggio (ex D.M. 221/2003)»..

L'oggetto sociale era invece caratterizzato da un calderone immane. Eccolo:

«LA SOCIETA' HA PER OGGETTO:- L'ESERCIZIO IN AMBITO AEROPORTUALE, CIVILE, COMMERCIALE, CULTURALE,DIDATTICO, FERROVIARIO, FIERISTICO, FILOVIARI, INDUSTRIALE, SANITARIO,MILITARE, MARITTIMO, NAVALE, OSPEDALIERO, PETROLIFERO, PORTUALE, RICREATIVO,SPORTIVO, TRAMVIARIO, TRASPORTO PUBBLICO E PRIVATO IN GENERE, VIARIO, INPROPRIO E/O PER CONTO DI TERZI E/O DI ENTI PUBBLICI E/O PRIVATI E/O SENZA SCOPIDI LUCRO E/O ISTITUTI RELIGIOSI, DELLE SEGUENTI ATTIVITA' E/O SERVIZI, DASVOLGERSI IN MANIERA CONGIUNTA E/O DISGIUNTA SENZA LIMITI DI AGGREGAZIONE EDANCHE ATTRAVERSO SOCIETA' E/O ENTI CONTROLLATI E/O PARTECIPATI, IN ITALIA EDALL'ESTERO, DI:ACCOGLIENZA, ACCOMPAGNAMENTO, ACCUDIENZA, ACQUISTO, ADEGUAMENTO, ADDESTRAMENTO,AGGIORNAMENTO, ALLACCIAMENTO, ALLESTIMENTO, AMMASSO, AMMINISTRAZIONE,AMMODERNAMENTO, AMPLIAMENTO, ANALISI, ANTIGRAFFITI, ANTINCENDIO, ANTINTRUSIONE,ANTITACCHEGGIO, APPROVVIGIONAMENTO, ARCHIVIAZIONE, ARREDAMENTO, ASSEMBLAGGIO,ASSISTENZA, AUTOTRASPORTO, AVVIAMENTO, BACK OFFICE, BIGLIETTERIA, BONIFICHE,CALL CENTER, CATALOGAZIONE, CATERING, CARTOGRAFIA, CENSIMENTO, CENTRALINO,CERNITA, CERTIFICAZIONE, CLASSIFICAZIONE, CLIMATIZZAZIONE, CODIFICA,COGENERAZIONE, COLLAUDO, COLLOCAMENTO, COLTIVAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE,COMODATO, COMPARAZIONI, CONDIZIONAMENTO, CONDUZIONE, CONFEZIONAMENTO, CONSEGNA,CONSERVAZIONE, CONSULENZA, CONTACT CENTER, CONTROLLO, CONTROLLO ACCESSI,COORDINAMENTO, COSTRUZIONE, CUCINA, CUSTODIA, DECODIFICA, DEMOLIZIONE,DEFOGLIAZIONE, DEMOLIZIONE, DEMUSCAZIONE, DERATTIZZAZIONE, DEPURAZIONE,DISERBO, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE DISTRIBUZIONE, DIVULGAZIONE,DUPLICAZIONE, ECONOMATO, EDITORIA, ELABORAZIONE, EROGAZIONE, ESECUZIONE,ESPORTAZIONE, ESTRAZIONE, FACCHINAGGIO, FORMAZIONE, FORNITURA, GASTRONOMIA,GESTIONE, GIARDINAGGIO, GUARDAROBA, GUARDIANIA, HANDLING, IDEAZIONE,IMBOTTIGLIAMENTO, IMPORTAZIONE, INBOUND, INCENERIMENTO, INDICIZZAZIONE,INFORMATIZZAZIONE, INFORMAZIONE, INFUSTAGGIO, INNAFFIAMENTO, INNOCUIZZAZIONE,INNOVAZIONE, INSTALLAZIONE, INTERMEDIAZIONE, INSTALLAZIONE, INTERVENTO,INVENTARIAZIONE, INVESTIGAZIONE, INVIO, IRRORAZIONE, ISTRUZIONE, LAVAGGIO,LAVANDERIA, LEASING, LETTURA, LINEE DI CONFEZIONAMENTO, LOCAZIONE, MANUTENZIONEORDINARIA E STRAORDINARIA, MARKETING, MICROPULIZIA COMPUTER, MIGLIORAMENTO,MISURAZIONE, MODIFICA, MONITORAGGIO, MONTAGGIO, MOVIMENTAZIONE, NOLEGGIOORGANIZZAZIONE, OUTBOUND, PARCHEGGI, PERFORAZIONE, PERMUTA, PIANIFICAZIONE,PIANTUMAZIONE, PORTIERATO, POTENZIAMENTO, PREDISPOSIZIONE, PROSPEZIONE,PREPARAZIONE, PRESELEZIONE, PRESIDIO FISSO E/O SALTUARIO, PRESTITO, PRODUZIONE,PROGETTAZIONE, PROMOZIONE, PROTEZIONE, PUBBLICITA', PULIMENTO, RACCOLTA,RAZIONALIZZAZIONE, REALIZZAZIONE, RECAPITO, RECEPTION, RECUPERO, REGISTRAZIONE,REPERIMENTO, RESTAURO, RICREAZIONE, RINTRACCIABILITA', RIASSETTO, RICERCA,RICERCHE DI MERCATO, RICEVIMENTO, RICICLO, RICONVERSIONE, RIFACIMENTO,RIFORNIMENTO, RIGENERAZIONE, RILEVAZIONE, RIMESSAGGIO, RIMOZIONE, RIORDINO,RIPARAZIONE, RIPRODUZIONE, RIQUALIFICAZIONE, RISANAMENTO, RISCALDAMENTO,RISCOSSIONE, RISTORAZIONE, RISTRUTTURAZIONE, RITIRO, RIUTILIZZO, SANIFICAZIONE,SCAVO, SELEZIONE, SFALCIO, SGOMBERO, SGUATTERIA, SICUREZZA, SISTEMAZIONE,SMALTIMENTO, SMISTAMENTO, SMONTAGGIO, SOLLEVAMENTO, SOMMINISTRAZIONE,SONDAGGIO, SORVEGLIANZA, SPARGIMENTO, SPAZZAMENTO, SORVEGLIANZA, SPEDIZIONE,SPERIMENTAZIONE, STAMPA, SPURGO, STERILIZZAZIONE, STIRERIA, STOCCAGGIO, STUDIDI FATTIBILITA', SVILUPPO, TELECOMUNICAZIONE, TELESICUREZZA,TELECLIMATIZZAZIONE, TELECONDIZIONAMENTO, TELERISCALDAMENTO, TINTEGGIATURA,TINTORIA, TRADUZIONE, TRASFERIMENTO, TRASFORMAZIONE, TRASMISSIONE, TRASPORTO,TRATTAMENTO, TRIVELLAZIONE, TUTELA, VALORIZZAZIONE, VENDITA, VERIFICA,VIDEOCOMUNICAZIONE, VIGILANZA ARMATA E NON, VUOTATURA.IL TUTTO, PER QUANTO COMPATIBILE, IN RELAZIONE E NELL'AMBITO DEI SEGUENTISETTORI E COMUNQUE RIFERITO ALLE PERSONE, ALLE COSE ED ALLO SPAZIO E NELRISPETTO DELLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO MEDIO TEMPORE VIGENTE:A. GAS O ENERGIA TERMICA, ELETTRICITA' E DELL'ACQUA POTABILE, PETROLIO, CARBONEED ALTRI COMBUSTIBILI SOLIDI E LIQUIDI;B. SERVIZI FERROVIARI COMPRESI QUELLI URBANI, TRAMVIARI, FILOVIARI E DI AUTOBUS;C. SERVIZI POSTALI COMPRESE AGENZIE DI RECAPITO;D. IMPIANTI PORTUALI MARITTIMI O INTERNI O ALTRI TERMINALI, IMPIANTIAEROPORTUALI;E. IMPIANTI ANTINCENDIO, ALLARME, ELETTRICI, TERMICI, IDRAULICI, EOLICI,FOTOVOLTAICI, DI ENERGIA ALTERNATIVA, DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E PRIVATA, DIPROTEZIONE DA SCARICHE ATMOSFERICHE, TELEFONICI, RADIOTELEVISIVI, TELEVISIVI,DI TELECOMUNICAZIONE, TECNOLOGICI, INFORMATICI, TELEMATICI, MULTIMEDIALI,TRASPORTATORI, ASCENSORI, SCALE MOBILI, MONTACARICHI, TAPIS ROULANT;F. CONTATORI GAS, ACQUA ED ELETTRICITA' NONCHE' BOLLETTE IN GENERE;G. IN ORDINE AD EDIFICI CIVILI, MILITARI, RELIGIOSI, RICETTIVI, COMMERCIALI,TERZIARI, INDUSTRIALI, MONUMENTALI, AL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO ED ALCOSTRUITO IN GENERE;H. NELL'AMBITO DI ALLESTIMENTO ESPOSIZIONI, FIERE, MOSTRE MERCATO, SPAZIDESTINATI AD ATTIVITA' SOCIO-CULTURALI DEL TEMPO LIBERO ED AFFINI;I. IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ACQUA DISSALATA E RELATIVA DISTRIBUZIONE;J. SERVIZIO DI RISCOSSIONE TRIBUTI;K. SOMMINISTRAZIONE E INTERMEDIAZIONE DI LAVORO OVVERO AGENZIA PER IL LAVORONONCHE' DI STAFF LEASING DI CUI AL D. LGS 276/2003;L. SERVIZI REALI DI ELABORAZIONE PAGHE, DI DATI CONTABILI, PREVIDENZIALI EDASSICURATIVI, DI DATI FINANZIARI, DI DATI, ANCHE SENSIBILI E SEGRETATI, DIVALORI, DI DOCUMENTI CARTACEI E NON, DI QUALUNQUE GENERE NESSUNO ESCLUSO, PIANIPUBBLICITARI E DI MARKETING E DI SVILUPPO AZIENDALE;M. NELL'AMBITO DI ACQUE, COSTE, SPIAGGE E ARENILI, FONTANE PUBBLICHE, BAGNIPUBBLICI, FOGNE, CADITOIE, TOMBINI, DECORO URBANO IN GENERE, ZONA VIARIAAUTOSTRADALE E NON, AMBIENTALE INCLUSA LA SEGNALETICA ORIZZONTALE, VERTICALEINCLUSI I DELINEATORI;N. IMPIANTISTICA CIVILE, SANITARIA, INDUSTRIALE, IDRAULICA, ELETTRICA,ELETTRONICA, DI CONDIZIONAMENTO, INFORMATICA;O. ARREDO URBANO, VERDE DI GIARDINI, PARCHI, PIAZZOLE, SPARTITRAFFICO,TERRAZZI, AREE CIVILI, SISTEMI VIARI, IMPIANTI SPORTIVI E RICREATIVI;P. BENI DI NATURA STORICA, ARTISTICA ED ARCHITETTONICA, NAVI DA CROCIERA,IMBARCAZIONI DI OGNI GENERE E TIPO, PIATTAFORME, RAFFINERIE, STAZIONI,LOCOMOTIVE, CARROZZE FERROVIARIE, HANGAR, AEREI, CASERME, COLONIE, OSTELLI,CONDOMINI, LUOGHI DI CULTO, SCUOLE, UNIVERSITA', STABILIMENTI BALNEARI,VILLAGGI TURISTICI, FIERE, DISCOTECHE, CLUB DI OGNI GENERE E TIPO COMPRESI ICIRCOLI SPORTIVI, CASE DI CURA, CLINICHE, CRONICARI, CENTRI DI RIABILITAZIONE,OSPEDALI, RESIDENZE PER ANZIANI E DISABILI, SAGRE E FESTE PATRONALI, ALBERGHI,PENSIONI, LAVANDERIE, MENSE, PUBBLICI ESERCIZI, BAR E RISTORANTI, SPACCI EMENSE, CENTRI DI COTTURA, CUCINE COLLETTIVE, MAGAZZINI FRIGORIFERI,DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI OGNI GENERE E TIPO;Q. TURISTICI, ALBERGHIERI, CONGRESSUALI E AUSILIARI IN AMBIENTI CIVILI,INDUSTRIALI, MILITARI, SPORTIVI, SANITARI, OSPEDALIERI, RELIGIOSI E DIDATTICI;R. NELL'AMBITO DELLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, RECUPERABILI, SPECIALI,TOSSICI E NOCIVI, OSPEDALIERI, PERICOLOSI E NON, INERTI, DELLE MATERIE PRIME,SECONDARIE, DI SCARTO E DELLE CAROGNE ANIMALI, IL TUTTO ALLO STATO SOLIDO,LIQUIDO E GASSOSO COMPRESA LA FORNITURA ANCHE IN PRESTITO D'USO DI IDONEICONTENITORI ADEGUATAMENTE ETICHETTATI E LA TENUTA REGISTRI CARICO E SCARICO EDADEMPIMENTI LEGGE 475/88 NONCHE' LA GESTIONE DI AUTOTRASPORTI DI RIFIUTI INGENERE PER CONTO PROPRIO E DI TERZI PER CIELO, MARE E TERRA;S. SERVIZI ALLE PERSONE ANCHE INFERMI, DEGENTI, INDISPOSTI E/O NONAUTOSUFFICIENTI, PAZIENTI, MERCI, MATERIALI, PRODOTTI SANITARI, PARASANITARI,MEDICINALI, FARMACEUTICI ED ECONOMALI, APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI,IMPIANTI GAS MEDICINALI, TELESOCCORSO ED ASSISTENZA MEDICA D'URGENZA,ALIMENTARI FRESCHI E SURGELATI, CONGELATI, SECCHI E LIOFILIZZATI, IL TUTTO DIQUALUNQUE GENERE NESSUNO ESCLUSO;T. SOFTWARE, ROBOTICA, AUTOMAZIONE, PRODOTTI INFORMATICI, ELETTRONICI,TELEMATICI, MULTIMEDIALI, DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DI COMUNICAZIONE E RETIINTRANET ED EXTRANET;U. SERVIZI INTEGRATI, MULTISERVIZI, DI GLOBAL SERVICE E DI FACILITY MANAGEMENTDI PATRIMONI MOBILIARI E IMMOBILIARI;V. MAGAZZINI, ARCHIVI, BIBLIOTECHE, MUSEI, TERMINAL, DEPOSITI, AREE DISTOCCAGGIO E DI SMISTAMENTO DI MERCI E PRODOTTI CIVILI, INDUSTRIALI, SANITARI EFARMACEUTICI E COMUNQUE DI QUALUNQUE GENERE NESSUNO ESCLUSO, ANCHE COMEDEPOSITARIO PER DEPOSITI FISCALI DI MERCI SOTTOPOSTE AD ACCISE;W. SALE, AUTORIZZATE SU LICENZA E/O CONCESSIONE DELLO STATO O DI ALTRAAMMINISTRAZIONE PUBBLICA COMPETENTE, DI INTRATTENIMENTO, DI GIOCO, DI SCOMMESSEE DI LOTTERIE;X. SERVIZI DI NETTEZZA URBANA, IGIENE URBANA, SERVIZI AMBIENTALI INTEGRATI,TRATTAMENTO E DEPURAZIONE DI ACQUE, DI REFLUI, DI FUMI E DI FANGHI DI OGNIPROVENIENZA NONCHE' ATTIVITA' CONNESSE COME DEPURATORI, DISCARICHE, IMPIANTI DICOMPOSTAGGIO, CREMATORI E INCENERITORI;Y. SERVIZI CIMITERIALI COMPRESA LA REALIZZAZIONE, ANCHE IN REGIME DICONCESSIONE, DI TOMBE E MANUFATTI CIMITERIALI ED I SERVIZI CONNESSI DIINUMAZIONI, TUMULAZIONI, ESUMAZIONI, ESTUMULAZIONI, CREMAZIONI NONCHE' LAGESTIONE DI DEPOSITI DI OSSERVAZIONE, OBITORI E STRUTTURE CONNESSE INCLUSA LATENUTA AMMINISTRATIVA ED INFORMATIZZATA DI REGISTRAZIONI CIMITERIALI;Z. CERIFICAZIONI DI LEGGE FACOLTATIVE ED OBBLIGATORIE NONCHE' SULLA NORMATIVAVIGENTE IN MATERIA DI SICUREZZA AMBIENTALE E PERSONALE;AA. RICERCHE DI MERCATO E DI SONDAGGIO DELL'OPINIONE PUBBLICA.AAA. L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' FINALIZZATA A PRESTARE IL SERVIZIO SOSTITUTIVODI MENSA, SIA PUBBLICO CHE PRIVATO, A MEZZO BUONI PASTO E DI ALTRI TITOLI DILEGITTIMAZIONE RAPPRESENTATIVI DI SERVIZI.LA SOCIETA' PER IL RAGGIUNGIMENTO E L'ATTUAZIONE DELL'OGGETTO SOCIALE POTRA'ANCHE SVOLGERE QUALSIASI ATTIVITA' ED INIZIATIVA DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTECONNESSA, ATTINENTE, RELATIVA O PROPEDEUTICA A QUANTO SOPRA INDICATO. INPARTICOLARE LA SOCIETA' POTRA':? STIPULARE, CON O SENZA ESCLUSIVA, CONTRATTI DI: APPALTO, CONCESSIONE,COMODATO, CONSULENZA, PROGETTAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE, PROMOZIONE, AGENZIA,DISTRIBUZIONE, RAPPRESENTANZA, AFFILIAZIONE E FRANCHISING;? CONCEDERE IN USO, ATTRAVERSO CONTRATTI DI VARIO TIPO, MARCHI, BREVETTI, KNOW- HOW, SOFTWARE, HARDWARE E SUPPORTI ELETTRONICI, PROCEDURE DI ANALISI,RILEVAZIONE, FORMAZIONE, REALIZZAZIONE, EROGAZIONE, GESTIONE, FORNITURA,AMMINISTRAZIONE, SVILUPPO E CONTROLLO;? SELEZIONARE, FORMARE E ADDESTRARE PERSONALE;? COMMERCIALIZZARE ALL'INGROSSO, AL DETTAGLIO, IN FORMA ELETTRONICA ED IN OGNIALTRA FORMA DISTRIBUTIVA ANCHE DI AFFILIAZIONE E FRANCHISING;? PROMUOVERE, ORGANIZZARE E GESTIRE EVENTI SPORTIVI, CULTURALI E DI SVAGO;? ACQUISTARE, VENDERE, AFFITTARE, SUBAFFITTARE, PERMUTARE BENI IMMOBILI,COSTRUIRE E RISTRUTTURARE IMMOBILI, AMMINISTRARE BENI IMMOBILI ED ALTRI DIRITTIREALI, ED IN GENERE IL COMPIMENTO DI QUALSIASI ALTRA OPERAZIONE DI NATURAIMMOBILIARE, CON L'ESPRESSA ESCLUSIONE DELLE OPERAZIONI DI INTERMEDIAZIONE;? CURARE LA REALIZZAZIONE CON MEZZI PROPRI E/O DI TERZI DI OPERE EDILI ESTRADALI;? ESERCITARE L'AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO TERZI;? SVOLGERE L'ATTIVITA' DI ANALISI, SVILUPPO, CODIFICA, GESTIONE, FORNITURAFORMAZIONE E MANUTENZIONE DI SISTEMI INFORMATIVI PER EMISSIONE DI TITOLI DIACCESSO DI QUALUNQUE NATURA, SU SUPPORTO SIA CARTACEO SIA INFORMATICO, SIA INCONTO PROPRIO CHE IN CONTO TERZI;? GESTIRE SERVIZI DI VENDITA TELEMATICA IN PROPRIO E PER CONTO TERZI;? PROGETTARE E GESTIRE SIA IN CONTO PROPRIO CHE PER CONTO DI TERZI, SERVIZI DIRILEVAZIONE, GESTIONE, AMMINISTRAZIONE ED ELABORAZIONE DI DATI RELATIVI ADUTENZE PUBBLICHE E PRIVATE, NONCHE' DI DATI RELATIVI A SERVIZI DIVERSI;? IDEARE, PRODURRE E COMMERCIALIZZARE OPUSCOLI, TESTI DIDATTICI, LIBRI D'ARTE ESTAMPA IN GENERE, FILMS, VIDEOCASSETTE, DVD, CD, VIDEODISCHI ED ALTRI MEZZI DICOMUNICAZIONE AUDIOVISIVA CON RELATIVI SUPPORTI, E DI OGGETTISTICA, COMUNQUERIFERITA AD ARGOMENTI, INIZIATIVE, MANIFESTAZIONI ED ATTIVITA' ARTISTICHE E/OSOCIO CULTURALI;? CURARE LA PROGETTAZIONE, LA CONSULENZA, LA FORMAZIONE, LA FORNITURA, LOSVILUPPO E LA MANUTENZIONE DI PRODOTTI INFORMATICI, TELEMATICI E DI INNOVAZIONETECNOLOGICA;? CURARE LO SVOLGIMENTO PER CONTO PROPRIO O DI TERZI, DI ATTIVITA' DI SERVIZINEL CAMPO DELLA GESTIONE (FACILITY E PROPERTY MANAGEMENT) E DELLAVALORIZZAZIONE (ASSETT MANAGEMENT) DEI PATRIMONI IMMOBILIARI E DELLA GESTIONEDEI SERVIZI OPERATIVI GENERALI DI AZIENDE OD ENTI PUBBLICI.A TAL FINE LA SOCIETA', INOLTRE, POTRA':-- FORNIRE CONSULENZA TECNICA ED ORGANIZZATIVA PER LA RIORGANIZZAZIONE DEISERVIZI E PER L'AUDITING DEI CONTRATTI DI SERVIZIO CON L'OBIETTIVO DELLARIDUZIONE DEI COSTI, DEL RISPARMIO ENERGETICO E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DILAVORO;-- EFFETTUARE PRESTAZIONI TECNICHE DI RILIEVO E CENSIMENTO, OLTRE ALL'AUDITINGDI PATRIMONI IMMOBILIARI, IMPIANTI (PER LA PRODUZIONE DELL'ENERGIA, ELETTRICI,MECCANICI, ED ALTRI), APPARECCHIATURE ED ARREDI;-- GESTIRE PER CONTO TERZI L'ATTIVITA' DI ACQUISTO, EROGAZIONE E COORDINAMENTODEI SERVIZI GENERALI OPERATIVI DI AZIENDA (FACILITY MANAGEMENT) E DI QUELLIAMMINISTRATIVI (PROPERTY MANAGEMENT);-- ACQUISIRE, ELABORARE E VENDERE SOFTWARE ED IMPLEMENTARE SISTEMI INFORMATIVIPER LA GESTIONE DEI SERVIZI IMMOBILIARI, DI PROCUREMENT, PROJECT, PROPERTY EFACILITY MANAGEMENT INCLUDENDOVI LA GESTIONE PER CONTO PROPRIO O PER CONTOTERZI DI CENTRI DI ELABORAZIONE DATI (CONSISTENTE NELLA MERA MANIPOLAZIONECONTABILE DI DATI) ED ASSISTENZA INFORMATICA PER LA GESTIONE DEI SERVIZIIMMOBILIARI;-- REALIZZARE UN PORTALE DI SERVIZI ATTRAVERSO IL QUALE EROGARE PRESTAZIONI DIRILIEVO, COORDINAMENTO, FORMAZIONE E CONSULENZA ATTINENTI ALLA GESTIONE DIPATRIMONI IMMOBILIARI;? SVOLGERE ATTIVITA' DI ASSISTENZA PER INIZIATIVE DI FINANZA IMMOBILIARE O DIPROGETTO GARANTENDO IL MONITORAGGIO DEI RISCHI (ECONOMICI, TECNICI E LEGALI)ESEGUENDO STUDI DI FATTIBILITA', RICERCHE, VALUTAZIONI DI CONGRUITA'TECNICO-ECONOMICA O STUDI DI IMPATTO AMBIENTALE RELATIVAMENTE ALLE OPEREPUBBLICHE;-- SVOLGERE SIA IN PROPRIO CHE PER CONTO TERZI, TUTTE LE ATTIVITA' DI SUPPORTO,IN CAMPO ARCHITETTONICO E/O INGEGNERISTICO, ALLA CONSULENZA ED ALLAPROGETTAZIONE,? ORGANIZZARE E REALIZZARE CONFERENZE, CONVEGNI E CORSI DI FORMAZIONE EDAGGIORNAMENTO IN GENERE SU TEMI INERENTI I PUNTI DELL'OGGETTO SOCIALE;-- PRODUZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE E FORNITURA DI ARREDI DI OGNI TIPO;-- FORNIRE SERVIZI DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E QUALIFICAZIONE TECNICOPROFESSIONALE PER LE AREE DI GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI PATRIMONIIMMOBILIARI, IVI INCLUSO L'USO DI MEZZI INFORMATICI APPLICATI AL SETTOREINGEGNERISTICO ED ARCHITETTONICO;-- ANALISI, ASSISTENZA E CATALOGAZIONE DI EVENTI CONNESSI A CATASTROFI,INCIDENTI DOLOSI, NATURALI E CAUSALI NONCHE' PROGETTAZIONE, RICONDUZIONE,RICOSTRUZIONE E BONIFICA DEI BENI MOBILI ED IMMOBILI SOGGETTI AGLI EVENTI DICUI SOPRA;? ANALISI, PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE, ASSISTENZA ED IMPLEMENTAZIONE DISERVIZI E SISTEMI DI SORVEGLIANZA CONNESSI E CONSEGUENTI AI RISCHI ED ALLECERTIFICAZIONI DI QUALITA' SECONDO LE NORMATIVE VIGENTI;-- EFFETTUARE L'ATTIVITA' DI EDIZIONE DI LIBRI, RIVISTE E MANUALI NEI SETTORIDI CUI SOPRA, CON L'ESCLUSIONE DI GIORNALI E QUOTIDIANI, NONCHE' LA RELATIVACOMMERCIALIZZAZIONE ANCHE PER CORRISPONDENZA;-- L'ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI, CORSI, RIUNIONI E MEETINGS, COMPRESA LAFORNITURA DI TUTTI I SERVIZI COMPLEMENTARI ED AFFINI;-- LA FORNITURA DI SERVIZI GIORNALISTICI E EDITORIALI SOTTO FORMA DI ARTICOLIED INSERTI IN PUBBLICAZIONI PROPRIE ED ALTRUI, REPORTAGE, REGISTRAZIONIFILMATE, VIDEO CASSETTE, AUDIO CASSETTE, SERVIZI FOTOGRAFICI ED ALTRI SUPPORTIMULTIMEDIALI;-- ALLESTIMENTO, FORNITURA E MANUTENZIONE DI MACCHINARI E MATERIALI PER SERVIZIIGIENICO - SANITARI.IL TUTTO NEI LIMITI IMPOSTI DALLA LEGISLAZIONE VIGENTE; IN PARTICOLARE TUTTE LEATTIVITA' PER LO SVOLGIMENTO DELLE QUALI FOSSERO EVENTUALMENTE RICHIESTESPECIFICHE AUTORIZZAZIONI AMMINISTRATIVE OVVERO L'ISCRIZIONE IN APPOSITI ALBI OREGISTRI POTRANNO ESSERE SVOLTE SOLO NEL RISPETTO DEI LIMITI E DELLEPRESCRIZIONI PREVISTI DALLE RILEVANTI LEGISLAZIONI SPECIALI.LA SOCIETA', PER IL MIGLIOR CONSEGUIMENTO DELL'OGGETTO SOCIALE E PURCHE'STRUMENTALE ALLA REALIZZAZIONE DELLO STESSO, POTRA' COMPIERE QUALSIASIOPERAZIONE COMMERCIALE, MOBILIARE O IMMOBILIARE O DI SERVIZIO, PARTECIPARE COMESOCIO IN IMPRESE OPERANTI SIA IN ITALIA SIA ALL'ESTERO, ASSUMERE RAPPRESENTANZEE AGENZIE CON O SENZA DEPOSITO, INTERESSENZE E COMPARTECIPAZIONI IN ALTRESOCIETA' O IMPRESE AVENTI SCOPO ANALOGO; POTRA' CONCEDERE GARANZIE REALI EPERSONALI ANCHE A FAVORE DI TERZI IVI COMPRESE LE FIDEJUSSIONI E POTRA'COMPIERE ATTIVITA' FINANZIARIE, PURCHE' IN VIA NON PREVALENTE E NON NEICONFRONTI DEL PUBBLICO.LA SOCIETA' PUO' INFINE, PER IL CONSEGUIMENTO DELL'OGGETTO SOCIALE, RICEVEREE/O RICHIEDERE FINANZIAMENTI FRUTTIFERI O INFRUTTIFERI E/O FONDI CON OBBLIGO DIRESTITUZIONE DAI O AI PROPRI SOCI, PER I SOCI STESSI FACOLTATIVI E NONOBBLIGATORI, CON OSSERVANZA DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE ED ATTUATIVE DITEMPO IN TEMPO VIGENTI.LA SOCIETA' NON POTRA' SVOLGERE ATTIVITA' DI INTERMEDIAZIONE MOBILIARE».

Le cariche societarie che trovammo in quel primo “incontro” (2013) sono quelle sintetizzate nel seguente schema, da cui apprendiamo non soltanto il consolidato rapporto con la citata società “HETIKA” (che ha anche un logo praticamente uguale a quello della “KUADRO”), ma anche che uno dei suoi amministratori, Michele Speciale, oltre che anche, ad esempio, nella “HETIKA”, compariva in molteplici società del gruppo imprenditoriale facente capo nei noti FOGLIANI di Taurianova (quali, ad esempio, “QUI! GROUP SPA”, “QUI! BUISINESS”, “QUI! SERVICE”...), che, come già ricordato correttamente e legittimamente [come riconosciuto da Procura e Tribunale di Genova - vedi qui archiviazione querela di Gregorio FOGLIANI], anche se a loro non dona piacere, vennero indicati dalla D.I.A., nel lontano 2002, in quanto «considerata un terminale locale per operazioni di reinvestimento di denaro di illecita provenienza» [vai allo speciale].

La “KUADRA” è la somma, dal 2011, di “ESPERIA SPA”, “TELEKNA SRL” ed “IMPRESA ISOLABELLA SRL” come anche ben rappresentato graficamente sul loro sito internet:

E bastava vedere con un minimo di attenzione ciò che era già emerso in relazione ad “ESPERIA” (socia di maggioranza) per addrizzare le antenne.

Già nel 2005 era emerso, infatti, nitidamente che la Camorra operava nell'ambito di appalti pubblici, in particolare nel settore della Sanità, attraverso imprese di “pulizie”. Tra queste imprese usate per aggiudicarsi le commesse pubbliche vi era proprio la “ESPERIA” che già nel dicembre 2004 era stata colpita da un informativa interdittiva antimafia, inviata dalla Prefettura di Napoli all’Università Federico II di Napoli, alle Autostrade Meridionali, alla Tangenziale di Napoli, al Policlinico Federico II, all’Azienda ospedaliera Cardarelli. Nonostante tale misura interdittiva (come purtroppo troppo spesso accadeva ed accade, la “ESPERIA” la si ritrovava operare per il servizio di pulizie della ASL Napoli 1, che non avrebbe nemmeno richiesto alla Prefettura l'Informativa antimafia.

Nonostante questo allarme per “ESPERIA” e collegate (come l'impresa in cui è confluita, come socio di maggioranza, ovvero la “KUADRA”) tutto fila liscio e basta vedere i “clienti” che vengono serviti da “KUADRA” - così come pubblicato sul sito della stessa impresa – per comprendere la forza di penetrazione nell'economia legale, sia in ambito di affidamenti privati, sia soprattutto in ambito pubblico e Istituzionale.

 

I PRINCIPALI CLIENTI INDICATI DA KUADRA NEL 2013

 

Nel frattempo passano gli anni, e tutto per loro fila sempre liscio. Nel 2015 la “KUADRA” (società di “ESPERIA” & C) offre un panorama di ancora più “peso” per le commesse pubbliche conquistate. 


I PRINCIPALI CLIENTI INDICATI DA KUADRA AD OGGI





L'assetto societario, oltre alla trasformazione da SRL a SPA, è segnato anche da altri mutamenti. Prima di tutto, oltre alla partecipazione nella citata “HETIKA” (pari al 92% del capitale), ha partecipazioni in : “CONFIDITALIA – Consorzio Nazionale Fidi e Garanzie – Soc. Consortile per azioni” (in liquidazione), “CITTA' DEL LIBRO DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE Soc. Cons. a r.l.” ed in “TESEMA Soc. Consortile a r.l.”. 

Vi sono stati anche mutamenti nelle cariche societarie:

 

La vita dell'impresa è caratterizzata da molteplici “trasferimenti di proprietà o godimento d'azienda”. Per ricostruirli guardiamo alla visura camerale di oggi.

Nel 1996 vi è la compravendita con “KUADRA” cedente e “GESTILINE SRL in Liquidazione” come cessionario. L'anno successivo, un trasferimento d'azienda con cedente la “KUADRA” e cessionario la “ESPERIA SPA” (che si fonderà in KUADRA nel 2005). Quindi nel 2010 abbiamo un conferimento con “ESPERIA” cedente e la “KUADRA” cessionario, una compravendita con la “IMPRESA ISOLABELLA” cedente e la “KUADRA” cessionario, nonché un conferimento con cedente la “TELEKNA” e la “KUADRA” cessionario. Quindi nel 2013, l'ultimo atto è di affitto/comodato con cedente la “VALLETTA CAMBIASO – ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA” e la “KUADRA” quale cessionario.

E qui torniamo, quindi «Nel cuore di Genova, in uno dei più prestigiosi quartieri, Albaro» dove «sorge il centro sportivo dedicato al tennis gestito dall'associazione Valletta Cambiaso Asd», visto che la “KUADRA” ha stretto il suo ultimo atto registrato come cessionario con la “VALLETTA CAMBIASO – ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILENTANTISTICA”...

E proprio in Liguria, oltre a quanto già visto su Genova relativamente alla struttura salesiana del DON BOSCO ed il DLF (che nel frattempo avrebbe interrotto i rapporti), la “KUADRA” – come hanno ampiamente riportato, in questi giorni, Matteo Indice e Marco Grasso su “Il Secolo XIX” [vedi qui]- ha una commessa pubblica (dal 25 agosto 2014 al 24 agosto 2018) per la pulizia di Asili Nido e Scuole Materne pubbliche (di competenza del COMUNE DI GENOVA), per un valore di 2.641.653,32 euro.

Dalla banca degli appalti in Liguria, si apprende anche che la “KUADRA” si è aggiudicata anche la commessa dal POLO TECNOLOGICO IMPERIESE per il Servizio pulizia Nautico dal 01.03.2014 al 28.02.2018 per 80.777,40 euro.


Due commesse pubbliche conquistate attraverso l'affidamento di incarico da parte di quella struttura del MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE quale il “CONSIP” che, oltre a quanto già richiamato, «svolge attività di consulenza, assistenza e supporto nell'ambito degli acquisti di beni e servizi delle amministrazioni pubbliche. In qualità di centrale di committenza nazionale, realizza il Programma di razionalizzazione degli acquisti nella PA. Sulla base di specifiche convenzioni, supporta singole amministrazioni su tutti gli aspetti del processo di approvvigionamento. Attraverso provvedimenti di legge o atti amministrativi, sviluppa iniziative che coinvolgono sia le proprie competenze nel procurement, sia la propria capacità di gestire progetti complessi e innovativi nell'ambito della Pubblica Amministrazione».

Proprio per una delle commesse affidate dalla CONSIP arriviamo alla Rete Temporanea di Imprese che ha unito la “KUADRA” alla “MARCO POLO SPA”, impresa, come vedremo, pienamente inserita nel contesto di MAFIA CAPITALE.

Il quadro sull'impresa che nei giorni scorsi è finita sotto sequestrato per iniziativa della DDA di Napoli, a questo punto si fa più nitido, ed allora chiudiamo questa panoramica guardando ad altre “relazioni” che l'impresa “KUADRA” aveva tessuto nel capoluogo ligure...

Innanzitutto troviamo che la “KUADRAsponsorizzava oltre la struttura del DON BOSCO, anche la IGO VOLLEY”, squadra di pallavolo (già al centro di altre “particolari” sponsorizzazioni ed inchieste) di cui era presidente onorario l'ex G.I.P. del Tribunale di Genova Roberto Fucigna.
Abbiamo poi, ancora una 
volta con il già citato Michele Speciale, il rapporto con il “SILB”, la struttura dell'ASCOM dedicata ai locali notturni. Nel 2015, infatti, come ricorda “Il Secolo XIX” nel direttivo del SILB entrarono: l'ex Questore Oscar Fioriolli, l'ex capo dell'aliquota dei Carabinieri presso la Procura Gavino Sechi, oltre agli imprenditori del settore quali: Ettore Bocciardo del Blue Moon-Cezanne; Michele Canessa del Sol Levante; Luca Fondelli della Rosa dei Venti e Alberto Sbardellati dell'Estoril). Lì con loro, nel Direttivo, il menzionato uomo della “KUADRA” e della “HETIKA”, Michele Speciale.

 

Ed ora scendiamo a Roma...

La “KUADRA” aveva costituito, come anticipato, una Rete Temporanea di Impresa, per conquistare ovviamente commesse pubbliche, con la “MARCO POLO SPA” (la Joint Venture tra AMA, ACEA ed EUR).

Sul sito internet del CONSIP TRIVENETO (relativo alla “Convenzione CONSIP Triveneto Lotto 3”) troviamo scritto:

«Il R.T.I. Marco Polo - Kuadra riunisce in sé il know-how e l’esperienza delle Società partecipanti, garantendo presenza e qualità nell’esecuzione dei servizi di manutenzione, pulizia, reception, gestione del patrimonio immobiliare, impiantistico, degli spazi ed attività connesse nell’ambito del territorio affidato».

Il tutto con tanto di schemino relativo alle imprese:

Sulla “presentazione” (pubblicata sullo stesso sito) troviamo invece scritto: «Il R.T.I. Marco Polo - Esperia riunisce in sé il know-how e l’esperienza delle Società partecipanti, garantendo presenza e qualità nell’esecuzione dei servizi di manutenzione, pulizia, reception, gestione del patrimonio immobiliare, impiantistico, degli spazi ed attività connesse nell’ambito del territorio affidato».

Anche qui vi è lo schemino:

 

Una “leggera” confusione che per la medesima “partita” indica due Raggruppamenti diversi. In un caso la “KUADRA” e nell'altro la “ESPERIA”. Al CONSIP non l'hanno notato, nonostante la rilevanza della commessa, che comprende, come sintetizzato nella “presentazione”, non solo rilevanti affidamenti, ma, tra questi, anche particolari e delicati “servizi” (quali ad esempio “Integrazione Gestionale di Servizi Appaltati a Terzi”, “Manutenzione degli Impianti di Sicurezza e Controllo Accessi”, “Manutenzioni Reti”, e, ancora, per citarne ancora uno, “Servizio di Reception” e “Guardianaggio”.



Questa “partita” riguarda infatti la realizzazione di “Servizi di Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni adibiti prevalentemente ad uso ufficio”. In altre parole, per questi servizi (e manutenzioni e gestioni), alle Pubbliche Amministrazioni del Triveneto, la “MARCO POLO SPA” e le “KUADRA” - “ESPERIA” vengono presentate direttamente dalla struttura del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

E sulla “MARCO POLO SPA” (costituita da AMA, ACER e EUR) nell'Informativa del ROS sul MAFIA CAPITALE troviamo molto. Vediamo qualche passaggio, così da inquadrare al meglio questo “partner” di “KUADRA” - “ESPERIA”.

Vediamo quindi il “ritratto” della figura di PUCCI Carlo: «nato a Roma il 24.07.1961, ivi residente (…) annovera precedenti penali e di polizia per Banda Armata, Associazione sovversiva, lesioni personali, rapina e porto abusivo di armi. All’epoca dei fatti oggetto della presente indagine, rivestiva la carica di Procuratore con incarico di Direttore Commerciale dell’EUR S.p.A (partecipata al 90% dal Ministero del Tesoro e per il restante da Roma Capitale) nonché quella di consigliere circoscrizionale presso il XII Municipio del Comune di Roma durante la Giunta ALEMANNO. Le attività d’intercettazione hanno evidenziato come lo stesso, considerato da Massimo CARMINATI “l’uomo ..de Mancini” e “l’uomo dell’Ente Eur”, fosse il punto di riferimento del sodalizio all’interno di Eur SpA e dell’ATI Marco Polo SpA, strumentale a facilitare le cooperative riconducibili a Salvatore BUZZI, sia per l’ottenimento di appalti, sia per il recupero di crediti vantati verso le predette società. Il ruolo di PUCCI, quale espressione della volontà dell’organizzazione, perdurava anche successivamente alle dimissioni ed all’arresto di Riccardo MANCINI, attraverso i rapporti (...) con il commercialista Luigi LAUSI, già consigliere EUR SPA nonché liquidatore della società MARCO POLO SPA. Proprio in relazione a tale ruolo, al pari di Fabrizio Franco TESTA, di Salvatore BUZZI e di Massimo CARMINATI, aveva in uso sistematicamente delle utenze “dedicate”, utilizzate in modo esclusivo per parlare con Massimo CARMINATI al fine di eludere eventuali attività di intercettazione. In virtù del ruolo svolto a servizio dell’associazione criminale, BUZZI asseriva di elargire a PUCCI un corrispettivo mensile. (...)»

Veniamo quindi ad uno dei principali protagonisti di MAFIA CAPITALE, PANZIRONI Franco. Qui si legge: «nato a Roma l’11.07.1948, ivi residente (…), è stato Amministratore delegato e consigliere di A.M.A. SpA nel periodo compreso tra il 4.09.2008 ed il 9.08.2011. In data 14.05.2011, è stato iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’indagine relativa a presunte irregolarità nelle procedure di assunzione di personale dell’Azienda Municipalizzata Ambiente S.p.A. di Roma - p.p. n. 5494/11 RGNR di codesta Procura della Repubblica. Il 4.08.2011 veniva nominato Presidente del C.d.A. e consigliere della società Roma Multiservizi SpA (controllata al 51% da A.M.A SpA). Dalla data di cessazione della carica di Presidente e consigliere di Roma Multiservizi (3.10.2013) non ha più ricoperto alcun incarico formale all’interno della predetta municipalizzata o in una delle sue controllate. In virtù dell’ascendente esercitato sull’amministrazione capitolina in generale, derivante dagli acclarati legami con l’allora Sindaco di Roma Gianni ALEMANNO, Franco PANZIRONI è stato l’interlocutore privilegiato di BUZZI per l’ottenimento di appalti in AMA, per il pagamento di ingenti fatture da parte di Eur SpA e di Marco Polo (quest’ultima un’ATI composta da ACEA-AMA-Eur SpA) ma anche, in generale, per gli stanziamenti del bilancio comunale nei settori d’interesse per il sodalizio e per ogni problema che il prefato imprenditore, ed il sodalizio da lui rappresentato, aveva nei confronti dell’amministrazione romana in materia di pagamenti».

Vi è quindi la figura di LUCARELLI Antonio che, per quanto qui ci interessa, viene indicato (anche) relativamente al fatto che«interveniva, altresì, per aiutare BUZZI a recuperare un credito di due milioni di euro vantato con la MARCO POLO SpA, un’ATI composta dall’AMA, dall’ACEA e dall’ENTE EUR, asseritamente esercitando pressioni sull’allora amministratore delegato Riccardo MANCINI. Il 18.12.2013, infatti, BUZZI chiedeva a LUCARELLI: “no, e ti ho mandato anche un messaggino, avevamo raggiunto un accordo con Riccardo all'Eur che ci pagava, ci pagava almeno un milione, io c'ho quasi quattro milioni di scaduto...e sono andato lì, non mi da una lira, quindi se gli puoi fare una chiamata tu, perché...”. LUCARELLI rispondeva che avrebbe svolto una “verifica”. Poche ore più tardi, BUZZI veniva chiamato da MANCINI il quale lo informava che stava disponendo il “bonifico dei centocinquanta”».

Ancora, di particolare interesse, risultava quanto sottolineato dal ROS relativamente alle “utenze dedicate” per comunicare con il CARMINATI, al fine di eludere possibili intercettazioni. Nel capitolo dell'Informativa “MONDO DI MEZZO” si legge: «Un ulteriore elemento ricorrente, caratterizzante l’elevata accortezza seguita dai vertici del sodalizio indagato, ed al tempo stesso la piena consapevolezza delle loro condotte criminose, è stato l’utilizzo, da parte di Massimo CARMINATI, Salvatore BUZZI, Fabrizio Franco TESTA e Carlo PUCCI, di utenze cellulari appositamente “dedicate”, intestate a terzi soggetti in gran parte stranieri, ed utilizzare in maniera “citofonica” per i loro dialoghi o per programmare appuntamenti “de visu”. Le utenze “dedicate”, puntualmente individuate e poste sotto intercettazione, consentivano di censurare importanti dialoghi da cui emergeva il ruolo centrale di Massimo CARMINATI, il quale veniva aggiornato dagli altri tre su qualsiasi vicenda riguardante le attività di singola pertinenza (appalti, contatti con politici e con pubblici funzionari, pagamenti della pubblica amministrazione, pagamenti dell’Eur SpA e dell’ATI Marco Polo). Tali emergenze rafforzavano sempre più l’ipotesi delle illecite condotte poste in essere dai soggetti indagati, i quali sostituivano periodicamente le prefate utenze con delle nuove».

Specificatamente sull'influenza per le assegnazione degli appalti, promossa dal PANZIRONI per il sodalizio di MAFIA CAPITALE si legge ancora: «D’altra parte, PANZIRONI, emergeva come influente esponente del panorama politico-amministrativo romano per via dei rapporti coltivati con l’allora sindaco ALEMANNO; egli era ed è tuttora destinatario di illecite dazioni di denaro, corrisposte dal BUZZI, in quanto in grado di garantire gli interessi dell’organizzazione indagata per l’influenza esercitata all’interno di AMA e comunque in tutti gli affari gestiti dal Comune di Roma (Eur SpA, Marco Polo, ...); un ruolo, pertanto, quello di PANZIRONI, funzionale all’aggiudicazione di appalti dell’azienda municipalizzata o al pagamento di crediti ancora inevasi».


I Carabinieri del ROS indicano poi anche una breve scheda relativa alle cariche nella “MARCO POLO”:
«Marco Polo S.r.l. in liquidazione – Joint Venture tra AMA – ACEA – EUR - (cf: 07141681002), con sede in Roma via Marco Polo n. 31, costituita il 04.07.2002 (data inizio attività 30.06.2003), con un capitale sociale di euro 10.000,00 posseduto da AMA SpA (34,23%), ACEA SpA (32,89%) e da Eur SpA (32,89%). La società detiene il 100% del capitale sociale di euro 950.000,00 della Gea S.r.l. Unipersonale (cf: 02632791204). 

La Marco Polo S.r.l. è stata posta in scioglimento e liquidazione volontaria dal 23.04.2013. Tra i soggetti di interesse investigativo emersi nella presente indagine, che hanno rivestito cariche sociali nell’azienda, figurano:
- Giovanni FISCON, consigliere dal 25.01.2011 al 23.04.2013, nonché Presidente del C.d.A. dal 25.01.2011 al 25.07.2011;
- Franco PANZIRONI, consigliere dal 31.07.2009 al 16.05.2011;
- Luigi LAUSI, presidente del collegio sindacale dal 13.01.2006 al 15.04.2009; consigliere dal 16.05.2011 al 01.08.2012; attuale liquidatore dal 23.04.2013. Lo stesso ricopre anche la carica di consigliere nella controllata GEA S.r.l.;
- Riccardo MANCINI, consigliere dal 31.07.2009 al 16.05.2011 e dal 01.08.2012 al 31.01.2013».

 

Fatto un doveroso approfondimento sulla società partner di “KUADRA” ed “ESPERIA” per la rilevante commessa dalla struttura del Ministero dell'Economia e delle Finanze, veniamo al penultimo capitolo sulla “KUADRA”: le curiosità. Chiamiamole così...

La prima è nota grazie al lavoro del giornalista Luca Rinaldi su “Linkiesta.it”. Si parla delle sanzioni dell'Antitrust tra il gennario 2015 e giugno 2016. Su “433 milioni di sanzioni 170 sono legati a comportamenti collusivi in gare pubbliche”. E di questi 170 milioni, 110 sono stati inflitti al consorzio dove compariva la “KUADRA”. Leggiamo ancora il resoconto pubblicato su “Linkiesta.it” [vedi qui l'integrale]: «La collusione - si legge nella relazione dell’Authority - si è realizzata attraverso un utilizzo distorto dello strumento consortile». In che modo? Manutencoop, vincitrice dell’appalto suddiviso in 13 lotti, e CNS (Consorzio Nazionale Servizi società cooperativa) «hanno concordato d’intesa con le parti del procedimento - continua il documento - la rispettiva strategia per perseguire obiettivi condivisi e alterare così gli esiti della gara, anche avvalendosi di affidamenti in subappalto per la tutela delle rispettive posizioni di mercato». Dall’altra parte infatti si trovavano Kuadra in Associazione Temporanea d’Impresa (ATI) con il CNS e Roma Multiservizi, che da Manutencoop è «partecipata in misura rilevante».
«Tramite questa intesa - scrive l’Antitrust - le quattro imprese - due delle quali sono i maggiori operatori del mercato - hanno annullato di fatto il reciproco confronto concorrenziale nello svolgimento della gara». Il tutto è sfociato in una sanzione da 110 milioni per il CNS, Manutencoop, Roma Multiservizi e Kuadra»

Altra curiosità è quella sul lavoro minorile. Si, perchè “KUADRA” non esclude che nei lavori a questa affidata possano operare minori, ma si impegna a tutelarli, mica bazzecole! Chi lo dice? La stessa “KUADRA”. Sul loro sito internet si trova infatti una scheda dal titolo “PROCEDURA DI RIMEDIO NEL CASO SI SCOPRA L'USO DI LAVORO INFANTILE” [vedi qui in .pdf].
In questo documento si legge:

«Nell'eventualità che si scopra l'uso di lavoro infantile presso la nostra sede, il Consorzio si impegna a:
1. avvertire le autorità competenti; 
2. allontanare il bambino dal posto di lavoro; 
3. fornire un supporto economico al bambino che gli permetta di andare a scuola (pagamento rate scolastiche, libri, ecc.) e che sostituisca il guadagno perso; 
4. offrire l'assunzione ad un altro membro della famiglia del bambino».

E poi ancora, ci tengono scrivono ancora:

«Inoltre per i bambini ed i giovani lavoratori che frequentano una scuola, Kuadra S.r.l. si impegna a:
1. non impiegarli durante le ore di scuola;
2.
verificare che il totale delle ore di trasporto quotidiano da/per la scuola e il luogo di lavoro e il tempo impiegato a scuola e al lavoro non superi le 10 ore al giorno».

Sul punto, crediamo, non sia necessario aggiungere altro. Non servono osservazioni, è già talmente chiaro ciò che hanno scritto loro che i termini della questione sono sotto gli occhi di chiunque.

 

Passiamo quini, per concludere al sequestro nell'ambito di un'inchiesta della DDA di Napoli, che ha condotto anche all'esecuzione di 12 ordinanze di custodia cautelare.

Dall'inchiesta dell'Antimafia è infatti emerso che alle gestione dell'impresa vi era un socio “occulto” che non aveva “quote” iscritte alla Camera di Commercio, e nemmeno un formale componente nel Consiglio di Amministrazione. Era la Camorra. Nello specifico la famiglia LO RUSSO.

Un impresa che contava “lavoratori” pagati che non lavoravano per l'impresa. Erano camorristi inquadrati come “dipendenti” per volere di quelli che controllavano realmente l'impresa: i LO RUSSO. Come riporta “Il Secolo XIX” si era davanti ad una vera e propria cogestione degli affari tra manager e camorristiche in ambiente investigativo viene così sintetizzata: «Imprenditori e uomini dei clan partecipavano a vere e proprie riunioni operative dove si prendevano decisioni strategiche su quali lavori puntare. Gli uni e gli altri si aiutavano a vicenda». Ed è così che la custodia cautelare è stata disposta anche per LAMA Riccardo, uno degli amministratori della “KUADRA”.

Le misure di custodia cautelare – anche per evitare equivoci – sono state adottate dal GIP di Napoli per:

LO RUSSO Giuseppe – 62 anni (in carcere);

LO RUSSO Mario - 60 anni (in carcere);

DE ANGIOLETTI Giulio – 63 anni (in carcere);

FESTA Antonio - 45 anni (in carcere);

ORRU' Francesco – 41 anni (in carcere);

LAMA Riccardo – 46 anni, amministratore della KUADRA (in carcere);

LAUDANO Pasquale - 77 anni, consulente della KUADRA (domiciliari);

SOLITARIO Luigi - 42 anni, consulente della KUADRA (domiciliari);

QUAGLIARIELLO Salvatore - 54 anni, funzionario amministrativo dell’azienda ospedaliera Santobono (domiciliari);

RUSSO Gaetano - 56 anni, funzionario amministrativo dell’azienda ospedaliera Santobono (domiciliari);

ARIELLO Giuseppe – 55 anni (domiciliari).

 

Ed a questo punto, noi che abbiamo visto Genova, non possiamo non ricordarci che, nel gennaio scorso – quindi non troppo tempo fa -, nell'ambito di una più vasta operazione anticamorra della DDA di Napoli, è stato tratto in arresto il commecialista-broker della Camorra, REPETTI Attilio Eugenio. Dove? A Genova. Stessa città di altri professionisti dal colletto bianco che con questi operavano nell'interesse dei camorristi. Il gruppo camorrista in questione era quello del clan AMATO-PAGANO. E questo gruppo, divenuto dominante sulla piazza partenopea, era quello che riforniva gli altri sodalizi di cocaina. Tra i “riforniti” anche il clan dei LO RUSSO. I LO RUSSO che controllavano la “KUADRA”.

Senza entrare troppo nel dettaglio di questa parentesi [rimandando all'integrale O.C.C. dell'operazione – in formato .pdf] vediamo qualche passaggio che permette di definire il contesto del REPETTI...

«L'associazione nasceva nel 2000 quando AMATO Raffaele, AMATO Elio, AMATO Pietro (deceduto il 21/09/2003; PAGANO Cesare, PAGANO Domenico Antonio (poi deceduto il 24.3.2013) AMATO Carmine (fu Pietro), PAGANO Carmine (fu Angelo), erano affiliali al clan DI LAURO, gruppo di camorra all'epoca egemone nell'area nord di Napoli, e proseguiva e diveniva più lucrosa quando questi ultimi si costituivano in un 'autonoma compagine armata di stampo camorristico, denominata clan AMATO-PAGANO, federata al CARTELLO SCISSIONISTA (nato dalle ceneri delle faide interne al clan DÌ LAURO) nel cui contesto il clan AMATO/PAGANO si collocava in posizione dominante, perché i suoi vertici si erano imposti ai gruppi federali quali fornitori unici di cocaina, in regime di stretto monopolio; il clan AMATO/PAGANO, inoltre, riforniva, in rilevante quantità anche altri clan napoletani (come i LO RUSSO, i SACCO/BOCCHETTI, i LICCIARDI) o gruppi di altre province napoletane (come quelle del casertano e del salernitano), nonché regioni limitrofe attirati dai prezzi competitivi che i suoi vertici potevano garantire, stupefacente di cui i predetti si approvvigionavano, in vìa esclusiva ed in rilevante quantità dal CERRONE e dall'IMPERIALE (che la importavano dall'estero avvalendosi della propria struttura organizzativa di cui al capo A), unitamente ai quali ripartivano e reinvestivano i proventi; associazione che proseguiva, anche dopo che alcuni sodali, capi e personaggi dì vertice del clan AMATO/PAGANO, sono stati arrestali (AMATO Raffaele) o divenivano latitanti (ossia PAGANO Cesare, AMATO Elio, PAGANO Domenico Antonio, AMATO Carmine e PAGANO Carmine)in quanto CERRONE ed IMPERIALE mettevano a loro disposizione rifugi e covi dai quali potevano continuare a gestire gli affari del clan; li rifornivano costantemente di cocaina da rivendere ai gruppi del cartello scissionista e a clan alleati, ricavandone lutti i sodali ingenti proventi, da reinvestire in comuni attività economiche ovvero in imprese personali; a queste disponibilità economiche andavano ad aggiungersi gli utili derivanti dalle pregresse operazioni economiche comuni, gestite da IMPERIALE e MIRONE (...)»

«(...) REPETTI Attilio Eugenio
I capi C e D, riguardano viceversa la posizione rivestita da REPETTI Attilio Eugenio, professionista ligure, e le attività di reinvestimento dei proventi illeciti derivanti dalle suddette consorterie.
Deve tuttavia qui anticiparsi che in data 20settembre 2013 veniva tratto in arresto Aprea Vincenzo e sequestrato, in Francia, un carico di cocaina superiore ai 1000 Kg.; sostanza certamente riconducibile al gruppo Imperiale-Cerrone come dimostrano le telefonate intercorse tra Repetti Attilio Eugenio, l'Avv. Frizzi ed altri collaboratori dell'Imperiale, i quali, proprio per conto di quest'ultimo, si interessavano della sorte dei soggetti arrestati (di tale episodio si darà conto anche esaminando la posizione di Aprea Vincenzo).
Tale carico di droga era certamente riconducibile all'organizzazione di Imperiale Raffaele come si desume dal contenuto di diverse intercettazioni intercorse tra personaggi strettamente legati a Imperiale Raffaele, ossia Schettino Gaetano (factotum di Imperiale), il faccendiere Repetti Attilio e l'Avv. Maurizio Frizzi (legale di fiducia, tra l'altro, di Amato Raffaele jr.e Scarpa Vincenzo).
Allo Schettino, come visto anche nel paragrafo relativo alla posizione di Aprea Vincenzo, detto il Magliaro, era anche affidato il compito di avere contatti con i professionisti a servizio dell'Imperiale e la sua organizzazione, ed in particolare i faccendieri Repetti Attilio Eugenio e Picciolato Bugnano Mario e l'Avvocato Maurizio Frizzi. (...)»

   


P.S.

La LIGURIA ha accolto la "KUADRA" anche per altro. Infatti la stessa impresa (direttamente o attraverso la "HETIKA", non è dato saperlo), secondo quanto ci venne indicato in allora, era entrata nella gestione della più nota discoteca ligue: il COVO DI NORD-EST. Insomma qui le porte aperte, per certe imprese, sono una costante, in ogni settore!

FacebookFacebookTwitterTwitterGoogleShareGoogleShareGoogleGoogleLinkedinLinkedinMySpaceMySpaceWindowsLiveWindowsLiveBloggerBlogger